menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I soccorritori e i carabinieri intervenuti all'epoca sul posto

I soccorritori e i carabinieri intervenuti all'epoca sul posto

Pestato a sangue in strada a Montale, al via il processo per tentato omicidio

E’ cominciato il 7 luglio in Tribunale il processo nei confronti di un giovane camionista bielorusso di 28 anni, accusato di aver tentato di uccidere un collega russo di 45 al termine di una violenta aggressione, scaturita con probabilità da troppo alcol e futili motivi

E’ cominciato il 7 luglio in Tribunale il processo nei confronti di un giovane camionista bielorusso di 28 anni, accusato di aver tentato di uccidere un collega russo di 45 al termine di una violenta aggressione, scaturita con probabilità da troppo alcol e futili motivi.

Il collegio, presieduto da Italo Ghitti, a latere Gianadrea Bussi e Maurizio Boselli, ha cominciato oggi ad ascoltare i primi testimoni.

Il 7 giugno dello scorso anno i carabinieri erano stati chiamati al Montale, in via Bologna, di fianco ai binari della linea ferroviaria. I sanitari avevano trasportato in ospedale il 45enne, con il volto tumefatto e anche il presunto aggressore. Il bielorusso, oltre che di tentato omicidio, deve rispondere anche di resistenza nei confronti dei militari. Le condizioni del ferito erano gravi e l’uomo venne trasferito in Rianimazione a Parma.

Il pm Ornella Chicca ha chiesto oggi a i primi testimoni che cosa videro quella sera. Un barista ha raccontato che i due avevano bevuto insieme e poi di averli visti uscire senza alcun problema. Una donna, invece, che aveva assistito a parte della scena ha raccontato di aver visto il più giovane seduto a cavalcioni sull’altro steso a terra, con le mani lorde di sangue premute sul volto della vittima. Quando il giovani si alzò, le persone che si trovavano lì vicino lo videro tutto sporco di sangue. «Temevo che l’uomo a terra fosse morto - ha detto la donna - perché aveva il volto ricoperto di sangue e non si muoveva. Secondo gli inquirenti, il bielorusso avrebbe sbattuto la testa del russo contro un marciapiede.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento