Accusato di molestie a minori, dà l'annuncio su Fb: "Mi hanno arrestato"

E' agli arresti domiciliari Marco Zuffada, 39enne ex insegnante piacentino, accusato, nell'ultimo anno, di aver molestato minori. L'annuncio sulla pagina di Facebook: "Sono ai domiciliari, ci sono i fotografi"

scarpa_5E' stato emesso ieri un arresto su ordine di custodia cauterale ai domiciliari nei confronti di M. Z., 39enne ex insegnante piacentino, accusato, con diverse querele, di aver molestato nell'ultimo anno diverse giovani piacentine. Stalking, quindi. Curiosamente, è stato lo stesso Zuffada a dare "l'annuncio" del proprio arresto su Facebook nella sua pagina personale, con un post alle 21 e 31 in cui dice: "Arrestato. Sono ai domiciliari e i carabinieri hanno chiamato il fotografo fuori dalla caserma". La richiesta d'arresto è stata formalizzata dalla stazione principale del comando dell'Arma, che sta seguendo la vicenda.

PERSEGUITATE DUE RAGAZZE - E proprio il social network più famoso del mondo, tuttavia, il 39enne per un po' non potrà più utilizzare. Nè tantomeno usare il telefono. Nelle motivazioni alla custodia, infatti, "si vieta l'utilizzo di questi mezzi di comunicazione". La causa è presto detta. Secondo l'accusa, Zuffada "perseguitava" due ragazze (una minorenne e una 26enne): le seguiva, le pedinava, prendeva informazioni su di loro, mandava loro messaggi, le fotografava, le aspettava fuori dal lavoro o da scuola, le minacciava. Questo alterando "profondamente lo stile di vita delle ragazze, incutendo loro timore e facendo temere il peggio per la loro incolumità".

PESTATO DA UN FIDANZATO FURIOSO - Le due vittime, che avevano sporto diverse querele l'anno scorso, sono piacentine. Zuffada era già sorvegliato speciale - non si poteva avvicinare alla scuola della "vittima", non poteva uscire di casa dopo una certa ora -; ora, con queste restrizioni, potrà nuocere ancora meno. Sembra, poi, che proprio uno dei fidanzati delle ragazze "si sia fatto giustizia da solo", pestando violentemente lo stesso Zuffada; ma la notizia non è stata confermata dalla caserma. Da notare, sul profilo di Facebook, l'alto numero di politici come suoi "amici". La stazione di Piacenza invita, qualora si fosse state vittime di "attenzioni" da parte di Zuffada, a rivolgersi alla caserma di viale Beverora per sporgere denuncia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Sbanda con l'auto e si ribalta, è grave

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento