Bomba sull'A1 disinnescata: "E' stata una tragedia scampata"

Ordigno bellico al fosforo tranciato in due da un agricoltore al lavoro nei campi vicino all'autostrada, nel tratto dell'A1 tra Piacenza Sud e Piacenza Nord. Un artificiere confida: "Poteva essere tragedia". L'ordigno è stato fatto brillare

«E' stata una tragedia scampata». Anche gli artificieri del genio guastatori di Cremona hanno pochi dubbi riguardo a quanto accaduto oggi di fianco all'autostrada del Sole, nel tratto piacentino compreso tra le barriere di Piacenza Sud e Piacenza Nord, dove un agricoltore, passando con il suo aratro, ha tranciato in due una bomba al fosforo di 150 chili risalente alla Seconda Guerra mondiale.

STRAGE SCAMPATA - L'ordigno infatti avrebbe potuto saltare provocando una strage sull'autostrada affollata di veicoli. La bomba è stata però abilmente disinnescata e fatta brillare dai militari e le operazioni, decise con un tavolo tecnico convocato d'urgenza in prefettura a mezzogiorno, sono durate dalle 14 fino alle 15 e 30. Nel frattempo il tratto dell'Autosole è stato chiuso al traffico in entrambe le direzioni, con grossi disagi e ripercussioni davvero pesanti sul traffico della città. I veicoli provenienti da Fiorenzuola infatti sono stati fatti uscire obbligatoriamente a Le Mose e indirizzati verso la sponda lombarda sulla via Emilia. E ovviamente il contrario è stato per chi veniva da Milano. Quindi è stato un banco di prova per il ponte provvisorio sul Po, ma il manufatto ne è uscito a testa alta visto che non si sono registrati intoppi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

IL DELICATO DISINNESCO - Il disinnesco della bomba è iniziato alle 14 in punto con la chiusura del'autostrada. Gli artificieri di Cremona hanno prima fatto detonare una parte dell'ordigno che si trovava nel campo, a pochi metri dalla carreggiata Nord dell'A1. A questo punto, dopo una piccola deflagrazione, parte dell'esplosivo ha iniziato a bruciare con la tradizionale emissione del fumo bianco dovuto al fosforo (nella immagine). La restante parte del tritolo è stata fatta bruciare in sicurezza dai militari in circa mezz'ora. «Ma se la fiammata dovuta al taglio provocato dall'aratro fosse stata più intensa con un maggiore sviluppo di calore - afferma un ufficiale del Genio - la bomba sarebbe esplosa immediatamente».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Sbanda con l'auto e si ribalta, è grave

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

  • Incidente a San Rocco, chiuso temporaneamente il ponte di Po

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento