Filosa, spiccato un nuovo ordine di arresto: corruzione e concussione

Un nuovo ordine d'arresto è stato spiccato nei confronti di Alfonso Filosa, il 62enne ex direttore dell'Ufficio del lavoro di Piacenza. Il funzionario è stato raggiunto nelle ultime ore da un nuovo ordine di custodia cautelare. Arrestato, poi, stamattina anche l'imprenditore Fumagalli: avrebbe pagato al funzionario una tangente da 30mila euro

Un nuovo ordine d'arresto è stato spiccato nei confronti di Alfonso Filosa, il sessantaduenne ex direttore dell'Ufficio del lavoro di Piacenza, che fino al 2007 occupava un identico incarico a Cremona e notissimo in città per essere stato anche presidente dell'ospedale geriatrico Soldi dal 1999 al 2004.

GIA' AI DOMICILIARI - Il funzionario, agli arresti domiciliari dallo scorso dicembre, è stato raggiunto nelle ultime ore da un nuovo ordine di custodia cautelare e, ancora una volta, il capo di imputazione è 'corruzione e concussione'. A notificargli il provvedimento sono stati i carabinieri di Piacenza che conducono dall'inizio l'inchiesta sul presunto giro di favori e mazzette che aveva portato in cella il dirigente in giugno 2009.

I RAPPORTI CON FUMAGALLI - Gli accertamenti coordinati dal sostituto procuratore del tribunale di Piacenza Antonio Colonna paiono destinati a produrre nuovi importanti sviluppi. La nuova ordinanza d'arresto sarebbe relativa al rapporto tra Filosa e Morgan Fumagalli, l'imprenditore milanese gli inquirenti ritengono che l'impresario abbia pagato a Filosa una tangente "per non avere problemi" con la sua "Morgan facility management", società di servizi alle imprese che si occupava soprattutto di pulizie e facchinaggio.

L'ARRESTO DI FUMAGALLI QUESTA MATTINA - E proprio questa mattina è stato arrestato Fumagalli, imprenditore titolare della ditta "Morgan facility management", con sede a Milano. Fumagalli si è consegnato spontaneamente ai carabinieri del Nucleo investigativo di Piacenza, dopo un periodo di latitanza in Sudamerica. L'uomo, come detto, è sospettato di aver consegnato nell'estate 2008 una tangente da 30mila euro all'allora direttore dell'ufficio del lavoro piacentino Filosa, tangente che sarebbe poi stata suddivisa tra lo stesso Filosa e due sindacalisti di Piacenza. In cambio, secondo le indagini, l'imprenditore avrebbe ottenuto da Filosa informazioni su controlli dell'Ispettorato del lavoro nelle sedi della sua ditta.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Come non sporcare la mascherina con il trucco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento