rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Cronaca

«Piacenza fa schifo perché non è una città sicura»

Un lettore scrive una lettera alla redazione: «Non si può più girare la sera tranquilli, nemmeno per le vie del centro storico. Figurarsi in quelle zone in cui il passaggio ad ostacoli tra insistenti aggressioni di mendicanti ed il difficile tentativo di non farsi fregare l’orologio o il portafoglio dai numerosi “manolesta” che si concentrano sul posto per l’occasione»

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di un nostro lettore

Ci abito da 39 anni e parlare della mia città è sempre stato facile. Città sonnolenta, chiusa, introversa – ultimamente in realtà, il termine universalmente utilizzato è stato “morta” – tanto da non riuscire a sfruttare la sua vicinanza con la Lombardia, ma tantomeno la sua presenza in Emilia Romagna. 

La Piacenza, che non è mai stata capace di far conoscere le tante qualità e tipicità, alimentari, artistiche e architettoniche del suo territorio. Cosa che invece hanno saputo fare bene i cugini di Parma e Cremona. 

Ci siamo fatti “fregare” pure Giuseppe Verdi che, natali a parte, è stato più nostro che loro. Eppure quello che rimane qui è solo qualche cartello stradale recante la scritta “Terre Verdiene” e niente più. 

Bene, ma se fosse solo questo non basterebbe a dire che Piacenza fa schifo. Sarebbe la tranquilla, quasi rassicurante, Piacenza di sempre.

No, la Piacenza di oggi fa schifo, perché ha perso un altro pezzo importante – forse l’ultimo – della sua tipicità: la sicurezza. 

Risse, Rapine e Bottigliate sono purtroppo ormai termini ricorrenti più di Coppa, Pancetta e Pisarei.

Non si può più girare la sera tranquilli, nemmeno per le vie del centro storico. Figurarsi in quelle zone in cui il passaggio ad ostacoli tra insistenti aggressioni di mendicanti ed il difficile tentativo di non farsi fregare l’orologio o il portafoglio dai numerosi “manolesta” che si concentrano sul posto per l’occasione. 

I furti sono all’ordine del giorno, sia in città che fuori. Negli appartamenti della periferia come del centro storico. E proprio gli addetti alle Forze dell’Ordine sembrano i più rassegnati, quando ti rispondono, “Non possiamo fare nulla” o “Non ha idea di quante denunce così riceviamo al giorno”. 

Dunque, se ti hanno rubato – ancora – la bicicletta, non fare tante storie. Pensa che qualche anno fa l’hanno rubata anche al Prefetto. La cosa non ti rincuora?

Si, è vero, sotto questo punto di vista Piacenza non è tanto diversa da altre città, ma questa è la mia città e fa male vederla così. Fa male vedere che fa schifo.
Un piacentino deluso

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Piacenza fa schifo perché non è una città sicura»

IlPiacenza è in caricamento