Sicurezza e controlli, in arrivo 40 nuove telecamere in città

Il comune capoluogo ha ottenuto altri 200mila euro di finanziamenti statali dal Viminale, a cui aggiunge 200mila euro di risorse proprie per installare 29 telecamere di contesto e 11 per la lettura targhe. Nuove telecamere anche per altri dieci comuni del territorio

Il “Patto per l'attuazione della Sicurezza urbana” siglato nel giugno scorso dal Comune di Piacenza e dalla prefettura ha colto nel segno a Roma. Piacenza ha vinto il bando per ottenere le risorse economiche utili all’installazione di 40 telecamere sul territorio del comune capoluogo. La richiesta al Ministero dell'Interno a Roma – sulla pratica hanno lavorato a lungo gli uffici tecnici della Polizia Municipale e del Comune - era stata inoltrata nel giugno scorso: l’Amministrazione Barbieri puntava molto, in accordo con le forze dell’ordine, sul potenziamento del controllo degli ingressi e delle uscite della città. Occorrevano però 400mila euro per installare le quaranta nuove telecamere: 200mila euro era disposto a metterli il Comune di Piacenza attingendo dal proprio bilancio. Ora arriva la buona notizia: il capoluogo otterrà i restanti 200mila euro dal Ministero dell'Interno. Delle quaranta telecamere che verranno installate, undici saranno decisive per la lettura delle targhe. Le altre 29 saranno telecamere di contesto, importanti per il controllo del territorio da parte delle forze dell’ordine. Da sempre si lamenta la mancanza di telecamere sui ponti, accessi e uscite autostradali: ora verranno installate in punti strategici del territorio comunale. Punti strategici individuati dal Comune e dalla prefettura. Piacenza ha saputo solo nelle ultime ore dell'ottenimento dei fondi. Le telecamere verranno installate nel corso del 2019 e saranno tutte collegate tra loro nel sistema di controllo delle forze dell'ordine. Ogni telecamera ha un costo di 26mila euro (il Ministero finanzia la metà, perciò ci mette 13mila): verranno installati nuovi sistemi di videosorveglianza anche a Gropparello, Ferriere, Farini, Pontedellolio, Bettola, Carpaneto, San Giorgio, Vigolzone, Podenzano, Borgonovo. L'unico comune del Piacentino escluso dal finanziamento richiesto è Morfasso

«Con i soldi del decreto sicurezza più tutele per i piacentini»

E’ un coro di soddisfazione quello che si alza dai parlamentari e dagli amministratori della Lega, per aver ottenuto i finanziamenti previsti dal Decreto sicurezza. A Piacenza il cofinanziamento del Governo sarà di 200mila euro, a cui si aggiungono oltre 130mila euro per altri 10 comuni della provincia (Gropparello, Ferriere, Farini, Pontedellolio, Bettola, Carpaneto, San Giorgio, Vigolzone, Podenzano e Borgonovo). «E’ un primo risultato - commenta il senatore Pietro Pisani - che permetterà alla nostra provincia di ottenere risultati migliori nel contrasto alla criminalità. Un grande plauso al ministro dell’Interno, Matteo Salvini, che ha mantenuto le promesse fatte in campagna elettorale e che ha fortemente voluto questo provvedimento». Secondo la deputata Elena Murelli «ci sarà più sicurezza sui territori. E questo grazie anche all’impegno dei sindaci che hanno richiesto il finanziamento. Un grazie va a Matteo Salvini e al sottosegretario Nicola Molteni, che hanno recepito l’importanza della sicurezza, molto sentita in tutta la provincia come denota “l’indice di criminalità” che viene definita «molto elevata» nei comuni ed «elevatissima” a Piacenza». Infine, l’assessore alla Sicurezza, Luca Zandonella afferma che «è stato premiato il lavoro di squadra tra amministratori locali, parlamentari leghisti e Forze dell’ordine. Siamo molto soddisfatti di questo provvedimento, che porterà maggiore sicurezza ai piacentini».

I SOFTWARE IN DOTAZIONE

Attualmente a Piacenza sono in dotazione soltanto 3 telecamere lettura targhe (due sono quelle dei caselli di Piacenza Ovest e Piacenza Est) e 45 telecamere di contesto. Al transito di un veicolo inserito nella black-list delle forze dell’ordine appare automaticamente un popup con allarme acustico contenente l’immagine del mezzo e i dati di transito. Le telecamere in arrivo saranno utili anche per generare statistiche e grafici relativi al conteggio dei veicoli transitati attraverso uno o più varchi su base temporale con interrogazione parametrica; l’intensità del traffico su base oraria per consentire lo studio delle fasce orarie di picco; la velocità media di transito dei veicoli con rappresentazione grafica dei dati nelle 24 ore; il numero di targhe di una determinata nazionalità; l’indicazione del numero di veicoli di una particolare classe (minimo 5 classi, massimo 28 classi) con rappresentazione grafica dei dati, integrando anche laser scanner e radar a singola/doppia tecnologia; l’anno di immatricolazione del veicolo; la classe Euro inquinante; tempo di attraversamento dei varchi in ingresso e uscita dal centro abitato; la distribuzione del traffico all’interno del territorio sottoposto a monitoraggio.

LA DISTRIBUZIONE DELLE NUOVE TELECAMERE

I siti che sono stati individuati e condivisi con la Prefettura da parte del Comune di Piacenza sono i seguenti.

LETTURA TARGHE:

T1        Vdc lett. targhe: S.S.9 P.le Milano (Ponte Po)         1 (è la quantita di singole videocamere installate)

T2/3     Vdc lett. targhe: S.P.10 via E. Pavese (loc. Ponte Trebbia) 2

T4        Vdc lett. targhe: Strada Gragnana     1

T5        Vdc lett. targhe: S.S. 45 (fraz. La Verza)     1

T6        Vdc lett. targhe: S.P. 654 Valnure    1

T7        Vdc lett. targhe: S.P. 6 Farnesiana (fraz. Mucinasso/Logh.Capra) 1

T8/9     Vdc lett. targhe: S.S. 9 via Emilia (fraz. Montale)    2

T10      Vdc lett. targhe: S.P.10 Caorsana (loc. Croce Grossa)         1

T11      Vdc lett. targhe: S.P.10 Caorsana (rotat. uscita casello PC Sud)     1

           

            TELECAMERE DI CONTESTO:   

C1       Vdc contesto: p.za Duomo    1

C2       Vdc contesto: p.za S.Antonino         1

C3       Vdc contesto: rotat. V.le S.Ambrogio/via Trebbiola            1

C4       Vdc contesto: via dei Pisoni (rotat. Via Colombo)   1

C5       Vdc contesto: via dei Pisoni (fine tratto)      1

C6       Vdc contesto: parcheggio FF.SS pendolari   1

C7       Vdc contesto: Str.Farnese (rotat. P.le Libertà)         1

C8       Vdc contesto: Pubblico Passeggio (angolo via Cavaciuti)    1

C9       Vdc contesto: Str.Farnese S.Rita (R.Gattorno/C.ne del Canale)     1

C10     Vdc contesto: via Torricelle (angolo via Crescio)     1

C11     Vdc contesto: c.so Vittorio Emanuele (angolo Str.Farnese) 1

C12     Vdc contesto: p.za Borgo      1

C13     Vdc contesto: Piazzetta Tempio Prefettura (angolo via S.Giovanni)           1

C14     Vdc contesto: v.le Risorgimento (angolo via Bacciocchi)    1

C15     Vdc contesto: p.za Cittadella 1

C16     Vdc contesto: giardini via Maculani (angolo via Ercole)      1

C17     Vdc contesto: rotat. S.da Raffalda/via Montebello              1

C18     Vdc contesto: rotat. via Einaudi/Tangenziale Sud    1

C19     Vdc contesto: v.le Martiri della Resistenza  (angolo via Boselli)     1

C20     Vdc contesto: rotat. C.so Europa/via Boselli            1

C21     Vdc contesto: rotat. C.so Europa/ via Gorra 1

C22     Vdc contesto: rotat. C.so Europa/parcheggio UCI Cinema 1

C23     Vdc contesto: fraz. Vallera    1

C24     Vdc contesto: fraz. Gerbido  1

C25     Vdc contesto: fraz. Mortizza 1

C26     Vdc contesto: fraz. Roncaglia           1

C27     Vdc contesto: giardini PEEP (Galleria del Sole)      1

C28     Vdc contesto: parcheggio via Trivioli           1

C29     Vdc contesto: via Negri (prossima alla fontana delle scuole)           1

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Il divieto di spostamento tra comuni non piace a nessuno: «Così non potranno vedersi genitori e figli»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento