menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piacenza Paracycling partita questa mattina a Castelsangiovanni

Con la bandiera a scacchi sventolata dal Sindaco di Castel San Giovanni, Lucia Fontana, ha preso il via questa mattina la quinta edizione della Piacenza Paracycling, gara ciclistica internazionale di categoria C1, che animerà la Val Tidone per l’intero fine settimana

Con la bandiera a scacchi sventolata dal Sindaco di Castel San Giovanni, Lucia Fontana, ha preso il via questa mattina la quinta edizione della Piacenza Paracycling, gara ciclistica internazionale di categoria C1, che animerà la Val Tidone per l’intero fine settimana.

La prima gara della mattina, sul circuito cittadino di Castel San Giovanni, ha visto confrontarsi per un totale di 23 chilometri i ciclisti delle categorie H1, H2 e tricicli nella classificazione medica dell’UCI (Unione Ciclistica Internazionale) a seconda del tipo di disabilità.

Assoluta protagonista della prima competizione la neo campionessa italiana Roberta Amadeo del Team MTB and Bike Bregnano, che ha imposto un ritmo vertiginoso già dai primi passaggi, trionfando nella categoria H2. Nella stessa  categoria in campo maschile il successo è andato a Igor Pieragostini del Team Equa.

Nella categoria degli H1 avvincente sfida tra Fabrizio Cornegliani del Team Equa che solo nell’ultimo giro è riuscito a distanziare il portacolori austriaco Ernst Bachmaier. Al Team Equa anche la vittoria nella competizione femminile con il successo di Luisa Pasini.

L’instancabile atleta toscano Fabio Nari della V.C. Sommese ha collezionato punti importanti nella classifica internazionale UCI che la competizione piacentina assegna, completando con un ottima prestazione i 10 giri nella categoria Tricicli (T1).

Piena soddisfazione per la prima vincitrice di giornata, Roberto Amadeo: "Ho riconfermato la maglia di campione d’Italia lo scorso weekend ed è sempre un onore portarla. La gara di oggi è andata bene e l’orario di partenza scelto dagli organizzatori è stato ottimo perché la temperatura era più bassa. Noi che partecipiamo in categorie più basse soffriamo di più il caldo, dunque questa scelta testimonia una grande sensibilità nel capire quali siano i problemi delle persone. Io soffro di sclerosi multipla, pertanto stanchezza ed altri problemi si fanno sentire, ma quando sei li davanti cerchi di superare i tuoi limiti. Questo, almeno, è quello che mi prefiggo di fare ad ogni gara e quando riesco ad aggiungere una vittoria, è il massimo. Il percorso mi è piaciuto, molto veloce nonostante il breve tratto in pavé, che però è quasi normale in centro ed è stato bello vedere il pubblico lungo il tracciato". 

paracycling2015__arrivo Fabio Nari-2

Il Sindaco Lucia Fontana, presente fin dal mattino ad accogliere gli atleti della Piacenza Paracycling, ha manifestato tutto l’orgoglio per aver contribuito a riportare la gara internazionale nel territorio piacentino: “Questi atleti sono la testimonianza del coraggio, della determinazione, di quello che è il senso autentico della vita: siamo davvero soddisfatti di aver potuto riportare questa manifestazione nella nostra città dopo qualche anno di assenza; era un desiderio e una volontà di questa Amministrazione e siamo riusciti a realizzare questo impegno. Un grazie sincero va agli uffici comunali, agli organizzatori e a tutti i volontari che stanno collaborando alla riuscita di questo evento. In un momento di crisi economica generalizzato, riteniamo che sia ancora più importante essere riusciti a realizzare questo sogno: la buona volontà è un buono strumento per la realizzazione di obiettivi che possono sembrare irrealizzabili. Noi dimostriamo già da oggi l’impegno a voler proseguire in questo cammino e in questo impegno”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento