Villanova, altre due persone denunciate per scarichi di liquame illeciti

Ancora due interventi della polizia provinciale per bloccare scarichi inquinanti illeciti. A Villanova, un'azienda sversava liquami bovini in un campo incolto; così effluenti suinali nel Chiavenna

scarico_refluo_suinicolo_in_t-_chiavenna_cadeoAncora due interventi della polizia provinciale per bloccare scarichi inquinanti illeciti (nelle immagini). Le due operazioni portate a termine dalla polizia provinciale si sono tenute alle ore 8 di sabato 8 e nella serata del medesimo giorno, attorno alle ore 22. Il primo intervento è stato effettuato, ancora una volta nel Comune di Villanova, zona nella quale si sono già verificati episodi con simili illeciti e pertanto soggetta ad un monitoraggio molto capillare.

LIQUAMI IN CAMPO - Questa volta a sversare effluenti zootecnici è stata una azienda locale di allevamento bovino. Un tubo collegato alla vasca di raccolta sversava in un campo incolto adiacente una grande quantità di liquami. A contestare immediatamente l'illecito ad un operaio dell'azienda e a bloccare l'azione inquinante sono stati l'agente scelto Marta Armani e l'assistente Antonio Consalvo. Il reato contestato è quello di "scarico non autorizzato su suolo". Il proprietario dell'azienda è stato denunciato alla procura della Repubblica. "Si tratta di una zona critica - hanno spiegato i due agenti di polizia provinciale - e quindi mantenuta sotto stretto controllo da parte della Provincia".

CHIAVENNA "SPORCATO" - La seconda operazione si è svolta, invece, a seguito di una segnalazione, testimoniando la sensibilità crescente della popolazione rispetto a questo tipo di reato. Nella tarda serata di sabato l'ispettore Giuliano Bergonzi e l'agente scelto Marta Armani sono intervenuti per bloccare uno sversamento di effluenti suinali nel torrente Chiavenna.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

DENUNCIATI - Il proprietario immediatamente contattato dai due agenti si è giustificato adducendo un guasto alla pompa di raccolta dei liquami. Anche per lui è scattata la denuncia per la violazione dell'articolo 137, comma 1 della legge 152 del 2006 che vieta lo scarico in corpo idrico non autorizzato. A entrambi gli allevatori sono stati sequestrati i registri di spandimento per la verifica della regolarità delle operazioni. "Finalmente cominciano ad esserci i primi risultati concreti ad un problema grave che mina i nostri corpi idrici e il nostro suolo - ha commentato l'assessore all'Ambiente Davide Allegri. "Stiamo conducendo una battaglia mirata, contro coloro che non rispettano la legge, senza adottare provvedimenti generici nei confronti di tutto un sistema", ha concluso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore a 29 anni travolto da un furgone pirata

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento