rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca

"Un piatto per la legalità", a pranzo contro le mafie

Mercoledì 26 ottobre nelle mense scolastiche cittadine verrà servita la pasta "Libera Terra", nell'ambito del progetto "Un piatto per la legalità". Tra i commensali l'assessore Castagnetti

Mercoledì 26 ottobre, le refezioni scolastiche del Comune di Piacenza serviranno in tavola per 5mila, tra alunni e insegnanti, la pasta “Libera Terra”, coltivata nei campi confiscati alla mafia. Nell’occasione, l’assessore al Futuro Giovanni Castagnetti pranzerà insieme al dirigente scolastico Maurizio Sartini presso la mensa della scuola dell’infanzia Pezzani, in via Emmanueli 30.
“L’iniziativa – commenta l’assessore Castagnetti - sarà periodicamente riproposta a testimonianza dell’impegno dell’Amministrazione nella difesa della legalità con azioni concrete e non isolate. Un impegno portato avanti tra l'altro con l’adesione all’Associazione “Avviso Pubblico”, la rete di enti locali e regioni per la formazione civile contro le mafie, ma anche con l’appoggio fornito alla sezione piacentina dell’associazione “Libera – nomi e numeri contro le mafie” nell’ambito del progetto “Le loro idee camminano sulle nostre gambe”, e ancora con l’inserimento, nel progetto di promozione del volontariato “Kamlalaf”, del viaggio in Sicilia realizzato la scorsa estate da un gruppo di studenti”. “Il progetto di “Un piatto per la legalità”, che coinvolge le mense scolastiche cittadine - conclude Castagnetti – è l’occasione per promuovere il rispetto della legge come valore fondante della società civile all’interno dello spazio scolastico, spazio educativo per eccellenza”.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Un piatto per la legalità", a pranzo contro le mafie

IlPiacenza è in caricamento