Piazza del Duomo: 600 babbi natale piacentini per l'Unicef

La generosità dei piacentini permetterà di aiutare il centro per bambine di strada con una cifra che, secondo le prime stime, dovrebbe superare i quattromila euro

Sono un colorato serpentone bianco e rosso si è snodato ieri pomeriggio tra le vie del centro storico. Seicento piacentini travestiti da Babbo Natale sono partiti dal Palazzetto dello sport di via Alberici per raggiungere piazza Duomo accompagnati dalle note della banda Ponchielli, per raccogliere fondi a favore dell'Unicef.

Soddisfatto Gianni Cuminetti, presidente piacentino dell'organizzazione che da anni opera a favore dei più piccoli. "Grazie al denaro raccolto per la partecipazione alla marcia e agli sponsor potremo dare un grande aiuto al nostro centro in Congo. Siamo arrivati alla seconda edizione e riscontriamo ogni volta un maggior affetto da parte dei piacentini". Arrivati sotto al Palazzo vescovile, i Babbi Natale sono stati accolti alla speciale festa organizzata per l'occasione, con musica e vin brulé.

"La partecipazione dei bambini quest'anno è cresciuta ulteriormente – continua Cuminetti – così come la consapevolezza verso la realtà congolese che contribuiscono ad aiutare. Nelle scorse settimane alcuni operatori hanno spiegato nelle scuole la situazione in Congo e c'è stato un grande interesse da parte dei più piccoli". La generosità dei piacentini permetterà di aiutare il centro per bambine di strada con una cifra che, secondo le prime stime, dovrebbe superare i quattromila euro.

Oggi il centro costituisce per condizioni delle infrastrutture, organizzazione degli spazi e capacità ricettive un modello da seguire a livello internazionale nel sostegno ai centri per bambini di strada. "Cerchiamo di far star meglio i bimbi – continua Cuminetti – ma senza snaturarli dal loro ambiente: dormono non su lettini, ma su giacigli con un alto materassino di gommapiuma coperto di stoffe e si cucina in maniera tradizionale. Solo in questo modo si riesce a facilitare il rientro in famiglia".

Il centro si estende su una superficie molto vasta e comprende diversi edifici, uno dei quali adibito ad infermeria, interamente costruito grazie al contributo della città di Piacenza: le condizioni delle infrastrutture sono ottimali e il loro utilizzo razionale.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento