Piazzale Roma, blitz dei carabinieri all'alba nel cuore del degrado

Blitz dei carabinieri della Compagnia di Piacenza all'alba del 14 marzo nell'ex mercato ortofrutticolo e in via Nino Bixio sotto il cavalvavia. L'operazione ha visto impiegati circa 40 uomini di tutte le stazioni e la Radiomobile. Otto gli stranieri finiti in caserma

Il degrado sotto il cavalcavia di via Nino Bixio

Blitz dei carabinieri della Compagnia di Piacenza all'alba del 14 marzo nell'ex mercato ortofrutticolo e in via Nino Bixio sotto il cavalvavia. L'operazione, condotta dal capitano Stefano Bezzeccheri, ha visto impiegati circa 40 uomini di tutte le stazioni e la Radiomobile. I militari poco prima delle 6 hanno circondato l'area dismessa e rifugio di sbandati, clandestini, senzatetto e spacciatori, bloccando tutti gli ingressi e hanno fatto irruzione. All'interno di due stabili sono stati trovati due nigeriani di 37 e 27 anni (uno con il permesso di soggiorno scaduto, l'altro regolare) e un marocchino di 52 anni, regolare. Tutti senza lavoro e senza fissa dimora. Al termine degli accertamenti sono stati denunciati per occupazione abusiva di edifici pubblici. Sono state perquisite decine di stanze trasformate in alloggi di fortuna con letti, stufette, fornelli, cibo. Spazzatura, abiti, resti di biciclette, resti di falò improvvisati ovunque. In due locali sono stati anche trovati decine di scatoloni contenenti documenti relativi all'attività del mercato prima che venisse chiuso.

In via Nino Bixio, sotto il cavalcavia, in un caseggiato abbandonato, e pericolante, sono stati trovati cinque uomini, un romeno di 44 anni e quattro marocchini di 38 anni (con un decreto di espulsione non ottemperato), di 40 (regolare), di 59 anni (regolare) e infine uno di 48 anni (regolare). Tutti sono senza fissa dimora e senza lavoro. Due dei quattro marocchini avevano occupato un garage poco distante dallo stabile, già più volte "visitato" dalle forze dell'ordine. I carabinieri hanno anche aperto altri due garage trasformati in monolocali con letti, cucine perfettamente funzionanti e cibo. Sono stati trovati anche arnesi da scasso. Il romeno e il quarto marocchino vivevano invece nell'edificio pericolante senza energia elettrica e finestre nel degrado più totale. Tutti sono stati portati al comando provinciale dell'Arma. Uno di questi, ha raccontato di essere caduto in bicicletta e probabilmente sarà portato in ospedale per alcuni accertamenti. Non sono stati denunciati perché l'edificio è privato e di proprietà dell'azienda Elettra Due Srl che nei prossimi giorni verrà contattata dai carabinieri: se vorrà potrà sporgere denuncia. In entrambe le aree le forze dell'ordine sono intervenute decine di volte arrestando diverse persone. In alcuni casi gli uomini che di fatto hanno occupato abusivamente i locali si erano attaccati ai contatori pubblici della luce con fili posticci  e pericolosi. Non solo, specialmente l'ex mercato è diventato una piazza di spaccio a cielo aperto non più tollerabile vista anche la vicinanza con nuova stazione degli autobus.  

VIDEO - IL BLITZ DEI CARABINIERI

Schermata 2017-03-14 alle 16.14.15-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

Torna su
IlPiacenza è in caricamento