menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'agente scelto Carlo Liggia e il capo di Gabinetto Stefano Vernelli

L'agente scelto Carlo Liggia e il capo di Gabinetto Stefano Vernelli

Picchia due commessi e scappa, un agente in borghese lo arresta: «Poliziotti sempre»

«Ho sentito delle grida e un gran rumore, e ho capito subito che stava accadendo qualcosa di grave». L'agente scelto della polizia di Stato commenta l'arresto di un ladro che il 21 febbraio ha picchiato due commessi al Coin dopo un furto

«Ho sentito delle grida e un gran rumore, e ho capito subito che stava accadendo qualcosa di grave». Con queste parole l'agente scelto in forza alla Squadra Volanti della questura commenta il movimentato episodio che lo ha visto coinvolto nel tardo pomeriggio del 21 febbraio in centro a Piacenza. L'agente stava passeggiando libero dal servizio su Corso Vittorio Emanuele quando ha visto un uomo picchiare due commessi del Coin, un uomo e una donna, sulla porta di ingresso, nel tentativo di scappare dopo aver compiuto un furto.

Poco prima infatti il ladro, un albanese di 30 anni, pregiudicato, aveva staccato la placca antitaccheggio di un maglione, lo aveva indossato e poi aveva provato a scappare ma era stato visto dai due addetti del Coin che hanno cercato invano di bloccarlo andando a sbattere contro la porta a vetri dell'ingresso. Il malvivente ha colpito i due con calci e pugni fino a buttare a terra la donna. carlo liggia volanti polizia 2016-2Il poliziotto, anche istruttore di tecniche operative, si è trovato al momento giusto nel posto giusto. Non ci ha pensato un attimo, l'ha inseguito e bloccato sotto la galleria del Politeama e poi consegnato ai colleghi arrivati poco dopo. In quei momenti concitati lo straniero ha anche cercato di estrarre dalla tasca un tronchese per usarlo contro il poliziotto che però lo ha fermato in tempo. Ad assistere alla scena decine di persone che stavano passeggiando per negozi. «Siamo poliziotti sempre anche quando non siamo in servizio. Ogni giorno e ad ogni ora abbiamo "dentro" la divisa e il nostro dovere» commenta il capo di Gabinetto della questura, Stefano Vernelli. 

I due commessi sono stati portati in pronto soccorso e medicati. Ne avranno per 3 e 7 giorni: nella colluttazione hanno riportato alcune contusioni. L'albanese è stato arrestato. Processato per direttissima ha scelto il rito abbreviato ed è stato condannato a un anno e tre mesi per rapina impropria e lesioni a due commessi dal Coin e resistenza a pubblico ufficiale. L’albanese, che ha un’occupazione come custode, ha avuto la concessione degli arresti domiciliari e ora il suo difensore, l’avvocato Emilio Dadomo chiederà al giudice Gianandrea Bussi il permesso di uscire di case per recarsi sul luogo di lavoro. Il pm Monica Bubba aveva chiesto la custodia cautelare in carcere, anche sulla base dei precedenti penali dell’uomo, tra cui un furto aggravato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento