rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca Porta Galera / Via Giulio Alberoni

Ripreso mentre spaccia ai giardini Margherita, arrestato e condannato

Marocchino nullafacente e senza fissa dimora è stato arrestato dai carabinieri della stazione Levante che stanno facendo terra bruciata intorno agli spacciatori nell'area della stazione e ai Giardini Margherita. E' stato condannato a 10 mesi, 2mila euro di multa e al divieto di dimora

E’ stato condannato a 10 mesi e 2000 euro di multa. Inoltre, il giudice ha disposto il divieto di dimora: cioè non potrà più mettere piede a Piacenza. E’ finita così l’udienza per direttissima che ha visto come protagonista un 49enne marocchino accusato di detenzione di stupefacenti e spaccio. L’uomo, nullafacente, senza fissa dimora e con una lunga serie di precedenti penali era stato arrestato mercoledì dai carabinieri della stazione Levante che stanno facendo terra bruciata intorno agli spacciatori nell’area della stazione e in uno dei luoghi simbolo dello spaccio: i Giardini Margherita. I militari lo hanno trovato in possesso di un grammo di hascisc, ma in tasca aveva 600 euro in banconote di piccolo taglio, ritenute il guadagno dello spaccio di fumo. Il marocchino, in Italia da numerosi anni - e come lui tanti che si mantengono solo commettendo reati e che sempre più spesso arrivano in Tribunale - ha detto di essere arrivato da Bologna e di aver cercato di guadagnare qualche soldo per mangiare. Inoltre, ha affermato di essere sposato con una donna bulgara, ma di non sapere dove sia la moglie. L’avvocato difensore Francesca Beoni ha scelto il rito abbreviato, che consente lo sconto di un terzo della pena. Il pm Sara Macchetta, dopo la convalida dell’arresto e la custodia cautelare in carcere, ha chiesto la condanna a tre anni di carcere.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ripreso mentre spaccia ai giardini Margherita, arrestato e condannato

IlPiacenza è in caricamento