Pipì dei cani, arriva l'ordinanza comunale: i padroni dovranno pulirla subito

I proprietari avranno l'obbligo di lavare immediatamente con acqua le deiezioni liquide prodotte dai rispettivi animali su aree pubbliche o di utilizzo comune, nonché sui muri di affaccio di edifici anche privati e mezzi in sosta al margine della via

E’ stata firmata nella giornata del 13 luglio dal sindaco Paolo Dosi, l’ordinanza comunale che prescrive, per i proprietari di cani, l’obbligo di lavare immediatamente con acqua, fatta eccezione per i periodi di gelo, le deiezioni liquide prodotte dai rispettivi animali su aree pubbliche o di utilizzo comune (strade, piazze, marciapiedi), nonché sui muri di affaccio di edifici anche privati e mezzi in sosta al margine della via. I cittadini devono inoltre assicurarsi che le deiezioni canine non lordino la soglia di immobili e su bocche di lupo delle cantine.

“Si tratta di un provvedimento – spiega il primo cittadino – da tempo invocato, a tutela del decoro e dell’igiene degli spazi condivisi. Nel pieno rispetto del benessere degli animali, quel che si chiede è, a maggior ragione nel periodo estivo, quel che si chiede è un comportamento che osservi le regole basilari della civile convivenza”. 

La sanzione prevista in caso di inadempienza va da 25 a 500 euro. Gli obblighi dell’ordinanza non si applicano ai non vedenti conduttori di cani da guida e a persone con problemi di disabilità fisica o mentale, nonchè a cani in dotazione alle Forze di Polizia durante l’esercizio delle proprie funzioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento