rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca

Polstrada: incidenti in calo dell'11%, quasi mille le violazioni alle norme anti-Covid

E' tempo di bilanci anche per la Polstrada di Piacenza: decurtati 7989 punti, controllati 1604 mezzi pesanti per il trasporto di merci, 115 le patenti ritirate

E' tempo di bilanci anche per la Polstrada di Piacenza guidata da Angelo Di Legge. Nel 2020 le 1068 pattuglie messe in campo dal comando di via Castello hanno accertato e contestato 5938 violazioni alle norme sulla circolazione stradale.  Posti di controllo, anche con l’ausilio di forze di polizia, dislocati lungo le principali arterie provinciali e nei pressi dei caselli autostradali, hanno portato all’accertamento di 943 violazioni alle misure di contenimento della pandemia da Covid-19. Nel corso dell’anno sono stati controllati 1604 mezzi pesanti per il trasporto di merci. E ancora: sono stati 115 i conducenti che si sono visti ritirare la patente di guida e 123 le carte di circolazione mentre i punti complessivamente decurtati ammontano a 7989.

Gli agenti della Polstrada hanno anche rilevato 192 incidenti stradali di cui cinque mortali (sei le vittime), nel 2019 invece erano stati 4 i mortali e le vittime 5. Gli incidenti con feriti sono stati 89 (130 feriti) mentre nel 2019 erano stati 114 con 175 feriti. Gli incidenti hanno registrato una flessione dell'11% rispetto al 2019. Distrazione alla guida, velocità non commisurata e mancata osservanza della distanza di sicurezza le cause primarie o concause principali. Contrasto alla guida sotto effetto di alcol e sotto l'influenza di stupefacenti: nonostante la ridotta attività a causa della pandemia si è comunque sottoposto a controlli quasi tremila conducenti dei quali 32 sono stati sanzionati per guida sotto l'influenza dell'alcool e 4 per guida in stato di alterazione psicofisica per l'assunzione di sostanze stupefacenti. Equipaggi formati da personale esperto sul controllo dei dispositivi di equipaggiamento di marcia dei veicoli industriali e sul trasporto delle merci pericolose che per la loro natura sono sottoposte ad un più rigoroso regime normativo, hanno effettuato il controllo di conducenti professionali accertando 37 violazioni relative al rispetto della pause, riposi e tempi di guida. Particolare attenzione, a tutela del prezioso patrimonio stradale, è stata rivolta al controllo del peso dei veicoli eccezionali. Sono state dedicate risorse all'attività di controllo di tutte le attività od esercizi che hanno stretta correlazione con la circolazione stradale (rivenditori, autodemolitori, carrozzerie, agenzie di pratiche auto, etc.).

Nell'ambito di articolata attività di Polizia giudiziaria sono state sequestrate 30 auto con relativa documentazione. Nel corso della stessa operazione è stata data esecuzione all’ordinanza di custodia cautelate in carcere di un commerciante di auto e alla denuncia di altre 15 persone tutte responsabili dei reati di riciclaggio, falsa nazionalizzazione di veicoli con documentazione estera di provenienza illecita. Infine sono state denunciate altre 68 persone per riciclaggio di autoveicoli, ricettazione, truffa, furto, appropriazione indebita, falso, insolvenze fraudolente e indebito utilizzo di strumenti di pagamento elettronico oltre al sequestro di ulteriori 3 veicoli risultati essere il provento di attività illecita di riciclaggio oltre al sequestro di 1 patente di guida ottenuta illecitamente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polstrada: incidenti in calo dell'11%, quasi mille le violazioni alle norme anti-Covid

IlPiacenza è in caricamento