menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Street Control

Street Control

Polstrada sempre più efficiente con lo Street Control: 6mila veicoli nel mirino, quasi 70 fuorilegge

In tutta Italia ce ne sono 120 e sono dotati di tecnologia per la lettura automatica delle targhe durante il regolare  turno di servizio. Con il collegamento diretto alle diverse banche dati, segnalano agli operatori, in tempo reale, tutte le informazioni utili sul veicolo

Polizia Stradale ancora più efficiente con lo Street Control montato sulle pattuglie. Si tratta di un dispositivo che Ania (Associazione Nazionale per le Imprese Assicuratrici) ha fornito al corpo in comodato gratuito di tre anni. In tutta Italia ce ne sono 120 e sono dotati di tecnologia per la lettura automatica delle targhe durante il regolare  turno di servizio e, con il collegamento diretto alle diverse banche dati,  segnalano agli operatori, in tempo reale, se il veicolo visualizzato risulta essere oggetto di reato, non assicurato ovvero non sottoposto a regolare visita di revisione. Questa tecnologia ha permesso di controllare, dal 9 febbraio, durante 13 servizi, oltre 6mila veicoli e poter sequestrare nell’immediatezza 12 veicoli che circolavano sprovvisti di regolare assicurazione Rca. Sono stati sospesi dalla circolazione 24 veicoli non sottoposti a regolare revisione che non potranno essere rimessi in circolazione se non dopo essere stati sottoposti alla visita periodica finalizzata alla verifica delle funzionalità tecniche del veicolo. Le modifiche al Codice della Strada introdotte dal “Decreto Sicurezza”  hanno portato, dall’entrata in vigore della norma (4/12/18) al sequestro di 31 autovetture immatricolate a nome di persone straniere e condotte da residenti in Italia. I veicoli sono destinati alla confisca se, entro il termine di 180 giorni decorrenti dalla violazione, il proprietario non provvede all’immatricolazione in Italia ovvero richiede, alla Motorizzazione, il foglio di via per condurlo oltre i transiti di confine. L'accertamento della circolazione di veicoli stranieri condotti da residenti in Italia e di veicoli sprovvisti di regolare copertura assicurativa contrasta i rilevanti danni causati ai cittadini per gli aumenti dei premi assicurativi nel primo caso dai mancati introiti alle compagnie e nel secondo a causa della quota destinata al Fondo di garanzia delle vittime della strada per i danni provocati dai veicoli in circolazione non assicurati nonché all’Erario per i mancati introiti fiscali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

A Roncaglia sono partiti i lavori del maxi capannone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Piacenza scongiura la zona rossa: si resta in "arancione"

  • Cronaca

    Il nuovo Dpcm "anti varianti": che cosa cambia fino a Pasqua

  • Economia

    Cattolica, si lavora ad un robot per la potatura dei vigneti

  • Cronaca

    Controllo del territorio e Covid, più pattuglie in strada

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento