Ponte di Castelsangiovanni, presto strutture fisiche per impedire il transito dei veicoli pesanti

Si è deciso un primo pacchetto di interventi, finalizzato ad aggiungere nel territorio del comune di Castelsangiovanni il posizionamento di strutture fisiche per impedire il transito dei veicoli pesanti e ad illuminare al meglio la cartellonistica già presente

Immagine di repertorio

Per esaminare la situazione del ponte che collega Castelsangiovanni a Pieve Porto Morone si è svolta in Prefettura una riunione presieduta dal prefetto Maurizio Falco.  Nel corso dell’incontro sono state messe a fuoco misure operative per affrontare le criticità registrate a seguito delle misure di prevenzione che la Amministrazione provinciale di Pavia ha ritenuto di porre in essere dopo le più recenti verifiche sullo stato di ammaloramento del ponte e sulle continue violazioni al divieto di transito registratesi da parte dei mezzi pesanti. E' stata ravvisata la necessità di attivarsi anche da parte delle istituzioni piacentine e si è condiviso un primo pacchetto di interventi, finalizzato ad aggiungere nel territorio del comune di Castelsangiovanni il posizionamento di strutture fisiche per impedire il transito dei veicoli pesanti, ad  illuminare al meglio la cartellonistica già presente o da implementare, a contattare gli organi di diffusione nazionali e locali per  potenziare delle informazioni sul divieto vigente per  la specifica categoria di veicoli.   L’incontro si è concluso con un rinvio a metà del prossimo mese per verificare l’efficienza delle misure e dei controlli su strada, che continueranno ad essere svolti con mirata attenzione dalla polizia stradale. Erano presenti il questore, il comandante provinciale dei carabinieri, il presidente della Provincia, il sindaco di Castel San Giovanni, unitamente al comandante della della Polizia Municipale, il comandante della Polizia Stradale e il funzionario responsabile dei vigili del fuoco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento