Ponte sul Trebbia, Calza: «I tecnici stanno valutando la possibilità di un guado»

Il vicepresidente della Provincia commenta il caos avvenuto nella mattinata del 20 febbraio: «Evento imprevisto avvenuto nell’orario di punta»

«Fino ad ora – prende la parola Patrizia Calza, vicepresidente della Provincia di Piacenza con delega ai lavori pubblici - non ho commentato le notizie in merito. Lo faccio ora e poi di nuovo tacerò fino a che non ci saranno notizie certe da comunicare. Sia chiaro. Gli amministratori e i tecnici hanno fatto e stanno facendo quel che è loro dovere:
1) mettere in sicurezza un manufatto stradale che , come anche i fatti di oggi dimostrano, è strategico per la viabilità provinciale;
2) svolgere i lavori necessari in condizioni di sicurezza , in tempi prefissati, senza dover procedere in condizioni di emergenza;
3) "difendere" a oltranza le risorse necessarie, nonostante l'allungamento dei tempi di realizzazione, e le ragionevoli richieste di Anas e Regione, primari finanziatori, di utilizzare entro tempi certi le risorse, pena la revoca;
4) realizzare una alternativa viabilistica costituita dal Ponte Paladini.

Attualmente i tecnici stanno valutando la fattibilità di ulteriori alternative, in considerazione delle autorizzazioni necessarie (AIPO e Ente Parco) , delle prescrizioni connesse e dei fondi necessari.  Quanto ai tempi di percorrenza della viabilità alternativa: 


1) i tempi rilevati dai tecnici sono reali, ovviamente in condizioni di normalità e di possibilità di utilizzo contemporaneo delle due soluzioni viabilistiche;
2) lo stesso dicasi per i tempi rilevati dai giornalisti di Libertà.

E' chiaro altresì che durante lo svolgimento dei lavori ci saranno disagi che un guado e una nuova viabilità connessa potrebbero ridurre. Si auspica e si lavora perchè si possa realizzare. Tuttavia , nel caso ciò non si avverasse, la realtà non sarebbe certo quella di stamane ovvero quella di un incidente( pertanto un imprevisto), sul ponte, nell'ora di punta , in febbraio. I cittadini infatti saranno a conoscenza del problema e si attiveranno di conseguenza: percorsi alternativi (ponte di Tuna, ponte Paladini, Autostrada), diversificazione degli orari di partenza. Le scuole saranno chiuse e inizieranno i periodi di ferie».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento