Pontedellolio: ferì gravemente lo zio, condannato a 5 anni di carcere

E' stato condannato a 5 anni di carcere il 38enne che a luglio scorso a Pontedellolio ha ferito gravemente lo zio 71enne per una discussione per una catasta di legno

E' stato condannato a 5 anni di carcere il 38enne che a luglio scorso a Pontedellolio ha ferito gravemente lo zio 71enne per una discussione per una catasta di legno. Infatti il nipote, Stefano Boccedi, aveva ferito gravemente lo zio 70enne, Lino Boccedi, alla testa con un bastone al culmine di una lite per una catasta di legno in località Sarmata. Il pm aveva chiesto aveva chiesto 10 anni di carcere e invece la sentenza del giudice ha stabilito 5 anni di reclusione. Pare che tra i due ci fossero da tempo grossi dissapori legati alle rispettive proprietà e ai compiti per il loro mantenimento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

  • Come non sporcare la mascherina con il trucco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento