menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Va al "Colle" dopo il ritorno da Malta, ragazza positiva al Coronavirus: scattano i controlli

L'Ausl di Parma: «Rimasta ad un tavolino senza entrare in contatto con altri in modo promiscuo». I gestori del locale: «Venuta in discoteca già contagiata»

All’indomani dall’ordinanza firmata sabato 15 agosto dal ministro Speranza che prevede la chiusura delle discoteche, una ragazza residente nel Parmense è risultata positiva al coronavirus, il giorno dopo aver frequentato il locale “Colle San Giuseppe” di Alseno, la sera di venerdì 14 agosto. «Abbiamo verificato che una ragazza che è stata al “Colle” è risultata positiva al tampone nella giornata di ieri (domenica 16 agosto, ndr)», dice a ilPiacenza il sindaco di Alseno Davide Zucchi. Del caso si sta interessando anche l’Ausl di Parma: la giovane, che da pochi giorni era tornata da Malta dopo una vacanza con le amiche, risiede in provincia di Parma e il locale piacentino è spesso frequentato da ragazze e ragazzi che provengono dal Parmense. «E’ stato fatto il tampone a lei e al fidanzato – ci spiegano dall’ufficio stampa dell’Azienda Unità Sanitaria Locale della città Ducale – e l’Ausl di Piacenza sta individuando situazioni di possibile rischio. Dall’indagine epidemiologica condotta sembra che entrambi siano sempre rimasti seduti ad un tavolino senza entrare in contatto con altri in modo promiscuo».

«IN CASO DI CONTAGIO AGIRÒ CONTRO I RESPONSABILI» – Nel pomeriggio alla redazione è arrivata la segnalazione della mamma di una ragazza, che anche lei ha trascorso la vigilia di Ferragosto nella discoteca piacentina. «Appena ne sono venuta a conoscenza – ci scrive – ho avvertito telefonicamente la struttura che ha confermato l’accaduto. Mi ha informata di esserne venuta a conoscenza solo in mattinata e che stavano cercando di contattare più ospiti possibili». Come ha saputo del possibile contagio? Sua figlia è stata contattata dai gestori del locale? – abbiamo chiesto. «Assolutamente nessun contatto dalla struttura. Io l’ho saputo dalle collaboratrici di una squadra di pattinaggio di cui fa parte la ragazza risultata positiva. In caso di contagio provvederò ad agire contro chiunque sia responsabile dei fatti».

I GESTORI DEL LOCALE: «VENUTA NELLA NOSTRA DISCOTECA GIA’ CONTAGIATA» - Non si sono fatte attendere le precisazioni del gestore della discoteca “Colle” di Alseno: «La ragazza è stata contagiata a Malta (dove era stata in vacanza, ndr) e non dopo aver trascorso la serata da noi nel nostro locale – scrivono a IlPiacenza e ParmaToday –, dove è venuta senza aspettare l’esito del tampone che le sarebbe arrivato domenica».

AUSL INVITA A SOTTOPRSI AL TAMPONE - Ora l’Azienda Usl di Piacenza invita a sottoporsi a tampone i partecipanti a quella serata in discoteca residenti in provincia. Per loro è stato attivato un ambulatorio dedicato, aperto in Piazzale Milano 2 nella giornata di mercoledì 19 agosto dalle ore 14 alle ore 18. E’ necessario prenotarsi telefonando al numero verde del cuptel 800.651.941. «I gestori della discoteca – fanno sapere da Ausl - avevano diligentemente tracciato tutti i biglietti venduti e le presenze ai tavoli ed hanno fornito tali importanti informazioni al Dipartimento di Sanità Pubblica della Ausl di Piacenza». Per i residenti in provincia di Parma invece, i tamponi saranno effettuati dalle 8.00 di domani nella postazione allestita nell’Ospedale di Vaio. I cittadini parmigiani devono prenotarsi telefonando al numero 0521 396436.

«NON TIRIAMO LA CROCE ADDOSSO AD UNA 20ENNE: COLLABORIAMO» - «Non ha infranto nessuna regola, in base a norme scritte "di fretta" poteva essere in quel locale, anche se prudenza avrebbe voluto che no». Lo scrive su Facebook il sindaco di Fidenza Andrea Massari, cittadina dove la ragazza risiede, che invita alla «collaborazione». «Ma ora non serve tirare la croce addosso ad una ventenne. Quel che conta, ora, è che tutti collaborino, la ragazza, la sua famiglia, gli amici e i conoscenti forniscano le informazioni ad Igiene Pubblica per ricostruire i suoi passaggi e i contatti per mettere al sicuro più persone possibile».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

«Allargare la cava significa più inquinamento per la zona»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento