Il corteo antifascista sfocia in violenza, scontri in centro: cinque feriti

Pomeriggio di violentissimi scontri in pieno centro storico tra manifestanti e forze dell'ordine durante il corteo contro Casa Pound organizzato dal collettivo ControTendenza con la partecipazione di militanti della sinistra antagonista. Cinque i carabinieri feriti, uno è stato accerchiato e preso a calci e pugni

Una carica della polizia in centro (Foto Luca Bonetti)

Pomeriggio di violentissimi scontri in pieno centro storico tra manifestanti e forze dell'ordine il 10 febbraio. Il corteo contro Casa Pound, organizzato dal collettivo ControTendenza con la partecipazione di militanti della sinistra antagonista provenienti da diverse città del Nord Italia, e da una folta rappresentanza di appartenenti al sindacato SiCobas, è partito alle 15.30 dalla stazione con circa 400 persone. Il corteo, che non ha nulla a che vedere con quello pacifico organizzato in mattinata dall'Anpi a cui hanno aderito partito, sindacati e associazioni culturali, non ha però rispettato il percorso programmato con la questura. 

Dopo un iniziale momento di tensione in via Gaspare Landi dove il Reparto Mobile di Milano ha caricato gli antagonisti che si erano sfilati dal percorso stabilito sullo Stradone Farnese e lanciato contro di loro fumogeni e anche un cassonetto, il picco massimo di violenza è stato raggiunto in via Sant'Antonino dove hanno sfondato la barriera del Battaglione Carabinieri di Bologna. Ne è nato un durissimo scontro durante il quale un militare è caduto a terra, è stato accerchiato e preso a calci e pugni anche con il proprio scudo. Il carabiniere, nonostante fosse ferito, è riuscito a rialzarsi e a mettersi in salvo. I manifestanti hanno lanciato sassi, sanpietrini, bottiglie di vetro, bastoni, aste di bandiere, poi si sono dispersi. Il tutto davanti a decine di piacentini a passeggio per il centro. 

Ora sono in corso le indagini da parte dei poliziotti della Digos, della Squadra Mobile e del Nucleo Informativo dei carabinieri di Piacenza per risalire a chi ha preso parte agli scontri e chi ha aggredito i carabinieri. Il bilancio è di cinque militari feriti. Colpito al volto anche un giornalista, raggiunto da un sanpietrino lanciato dai manifestanti. Terminato senza problemi il corteo di CasaPound vicino alla Galleana per ricordare le vittime delle Foibe che si è svolto alle 19. In campo l'imponente servizio d'ordine coordinato dalla questura di Piacenza con ottanta uomini del Reparto Mobile di Milano e del Battaglione Carabinieri di Bologna Insieme a loro anche la Digos, le volanti, la squadra mobile, il nucleo informativo dei carabinieri,il radiomobile, la polizia municipale e la guardia di finanza. Per tutto il pomeriggio la sede di Casa Pound in via Dieci Giugno è stata presidiata dalla polizia e dalla guardia di finanza. 

GUARDA LA VIDEO CRONACA DEGLI SCONTRI

Schermata 2018-02-10 alle 21.54.28-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento