Preso il rapinatore seriale delle farmacie. Alle spalle sedici condanne e quattro evasioni

I carabinieri del nucleo investigativo hanno arrestato l'uomo che il 3 novembre ha rapinato la farmacia Bertuzzi in via Roma. Delinquente seriale ha alle spalle oltre 20 procedimenti penali aperti, 16 condanne per rapina e quattro evasioni

L'arrestato

Oltre 20 procedimenti penali aperti, 16 condanne per rapina, quattro evasioni. Questa la carriera del rapinatore seriale autore del colpo andato a segno il 3 novembre alla farmacia Bertuzzi in via Roma. Si chiama Giovanni D'Angelo ha 41 anni e dal 1997 delinque in tutta l'Emilia Romagna. Farmacie e banche gli obiettivi preferiti. Era in carcere quando nel luglio 2016 gli erano stati concessi dei permessi per andare a lavorare: usciva la mattina e tornava la sera dietro le sbarre.

Un giorno di ottobre però non è più rientrato. Non solo, dal giorno dell'evasione al nuovo arresto, circa tre settimane, ha compiuto quattro rapine a Parma, Reggio Emilia, Piacenza e Bologna dove è stato bloccato e portato in carcere. Fanno sapere dall'Arma. Nel frattempo le indagini dei carabinieri del nucleo investigativo di Piacenza, comandati dal maggiore Massimo Barbaglia, non si erano mai fermate: riconoscimenti fotografici, testimonianze, e l'analisi per percorso compiuto da D'Angelo dopo il colpo in via Rima hanno portato i militari della Squadra antirapina del nucleo, a capire che il malvivente era un "pendolare" delle rapine. 

Era entrato pochi minuti prima dell’orario di chiusura, verso le 19,30 del 3 novembre nella farmacia Bertuzzi vicino ai Giardini Merluzzo e a volto scoperto e con un taglierino rosa in mano aveva minacciato la farmacista ordinandole di consegnare tutto il denaro che aveva in cassa. Quando gli erano stati dati i soldi, circa 600 euro, il malvivente si era anche lamentato per il magro bottino. Poi è uscito scappando a piedi verso la stazione. Sul posto erano arrivati i carabinieri del Radiomobile e una pattuglia della stazione principale di via Beverora, ma le ricerche del bandito in zona non avevano dato esito: era scappato a bordo di un treno diretto a Bologna. Ora si trova nel carcere di Reggio Emilia con l'accusa di rapina pluriaggravata per l'uso di armi da taglio.  Ad emettere la misura di custodia cautelare il giudice Giuseppe Bersani, al termine delle indagini coordinate dal sostituto procuratore Emilio Pisante. Nel 2002 a Piacenza aveva tentato un colpo alla farmacia Corvi sul Corso ma gli era andata male: era stato subito bloccato e arrestato.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento