Preso pusher nigeriano, richiedente asilo e senza fissa dimora

Arrestato dai carabinieri con 24 grammi di marijuana e 80 euro ai giardinetti vicino a via Calciati, ha patteggiato la pena ed è tornato in libertà. «Quella droga è mia, è per uso personale» ha detto al giudice

Lo hanno preso nel “giardinetto dello spaccio” in via Calciati, ormai diventato un supermarket della droga, a discapito delle segnalazioni e della rabbia degli abitanti della zona. I carabinieri della stazione Levante, guidati dal maresciallo Marco Orlando, hanno arrestato l’ennesimo pusher, che ha poi patteggiato la pena in Tribunale ed è tornato in libertà, perché la pena gli è stata sospesa in quanto incensurato.

Il giovane, un 28enne nigeriano senza fissa dimora e richiedente asilo, è stato bloccato dai militari che avevano assistito allo scambio di una dose con un cliente. Quest’ultimo è riuscito a fuggire, il nigeriano, invece, è finito in manette. I carabinieri gli hanno trovato addosso 25 grammi di marijuana, suddivisa in 5 involucri, e 80 euro in tasca che si ritiene siano il guadagno dello spaccio.

Residente in Italia da 3 anni, il 28enne, difeso dall’avvocato Marco Guidotti, è stato portato davanti al giudice Sonia Caravelli per il processo con rito direttissimo. «Quella droga era mia, era per uso personale» avrebbe risposto al giudice, che ha poi convalidato l’arresto e accettato il patteggiamento. Il pm Paolo Maini non ha chiesto alcuna misura cautelare. L’uomo ha patteggiato la pena di 2 mesi, 20 giorni e 520 euro di multa. La pena gli è stata sospesa, perché non è risultato avere alcun precedente penale. Poi se ne è uscito dal Tribunale, ritornando, con probabilità alla sua precedente occupazione.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una coop creata per truffare lo Stato e fare soldi, 135 dipendenti senza contributi: scoperta maxi evasione

  • Sbalzato dall’auto che si ribalta nel campo, muore un 51enne

  • Si pente della droga e in confessione ne lascia un chilo e mezzo al parroco

  • Rapinato e picchiato sotto casa

  • Presidente del Vigolo aggredito a bastonate e rapinato, è grave

  • Cade e batte la testa su una lamiera, grave una donna

Torna su
IlPiacenza è in caricamento