menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Primo corso gratuito ad Expo sulla food safety promosso da Cattolica e Statale

Il corso di perfezionamento sulla sicurezza degli alimenti è rivolto a 100 partecipanti e finanziato da Padiglione Italia di Expo Milano 2015 e dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali

Nei giorni scorsi si è dato il via al primo corso di perfezionamento sulla “Sicurezza degli alimenti”, promosso dall’Università Cattolica del Sacro Cuore e dall’Università degli Studi di Milano. Realizzato in collaborazione con il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali e con il Ministero della Salute, è l’unico corso interamente finanziato dal Padiglione Italia di Expo Milano 2015 e offerto gratuitamente ai partecipanti con l’obiettivo di creare figure professionali altamente qualificate su un tema prioritario per la salute e la qualità di vita dei consumatori in occasione di Expo Milano 2015.

Il corso è dedicato a 100 giovani laureati (quattro provenienti da ciascuna delle regioni italiane e gli altri da paesi in via di sviluppo), e avrà due edizioni. La prima (in svolgimento) dall’8 giugno al 9 luglio, la seconda dal 31 agosto al 2 ottobre presso Expo. L’accordo siglato tra Padiglione Italia e Collegio di Milano, inoltre, garantisce ai partecipanti un posto letto in camera doppia presso le strutture del Collegio di Milano per tutta la durata del corso. Entrambe le edizioni hanno già esaurito i posti diponibili.

Il corso fa parte delle iniziative promosse dalla nascente Scuola di alta formazione sulla food safety, realizzata grazie alla collaborazione tra l’Università Cattolica del Sacro Cuore, l’Università degli Studi di Milano e i Ministeri delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali e della Salute. La scuola ha l’obiettivo di formare - attraverso master, corsi executive e di dottorato - esperti con competenze specifiche e multidisciplinari su un tema di essenziale importanza per lo sviluppo di sistemi agroalimentari sicuri e sostenibili, in particolare in un’ottica di miglioramento della qualità della vita e della salute dei consumatori e di diminuzione degli sprechi.  Al fine di arricchire le conoscenze sul tema del food safety, il corso ha un approccio multidisciplinare e vengono approfonditi aspetti prettamente scientifici sui rischi biologici e chimici, ma anche temi “trasversali” legati alla comunicazione e gestione del rischio, all’analisi del comportamento del consumatore, agli aspetti legislativi ed economici che regolano il settore agroalimentare nazionale ed internazionale.

Tre i percorsi interni: agroalimentare; zootecnico-veterinario; giuridico-economico. Il percorso agroalimentare fornirà le competenze necessarie per la gestione dei rischi nelle filiere alimentari dal campo alla tavola, includendo l'analisi dei “regulated products” e i rischi per l'ambiente. Attraverso il percorso zootecnico-veterinario, gli studenti potranno focalizzarsi sull'analisi dei rischi specifici dei prodotti di origine animale (carne, latte, uova miele e prodotti della pesca).Il percorso giuridico - economico, infine, approfondirà gli aspetti fondamentali della legislazione comunitaria ed internazionale in tema di food safety e analisi del rischio, con un duplice focus: da un lato, la comprensione degli strumenti a protezione del consumatore; dall’altro, gli strumenti politici formulati per rispondere alle nuove sfide per il settore. All’attività in aula sarà alternata una serie di attività presso il Padiglione Italia di Expo Milano 2015, a stretto contatto con tutti i protagonisti delle filiere agroalimentari italiane, nonché con le istituzioni e le autorità deputate ai controlli e alle verifiche qualitative del nostro sistema produttivo. A completare l'offerta formativa, sono previste attività formative specifiche presso il sito di Expo 2015.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid-19: nel Piacentino altri 62 casi e otto decessi

  • Cultura

    Viaggio in anteprima nella sezione Archeologica restaurata del Farnese

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento