rotate-mobile
Cronaca Podenzano

Profughi ad Albone, il sindaco dispone lo sgombero della struttura

Mancano le condizioni igienico-sanitarie per ospitare una ventina di profughi nella struttura della piccola frazione di Podenzano

La struttura di Albone di Podenzano è totalmente inagibile e va sgomberata. Con un'ordinanza il sindaco di Podenzano Alessandro Piva ha ordinato lo sgombero dei locali utilizzati per ospitare una ventina di profughi del Bangladesh nella piccola frazione del suo comune. Il numero dei profughi ospitati ad Albone superava il numero dei residenti del piccolo abitato. Dopo un sopralluogo dei tecnici del Comune il sindaco ha emanato l'ordinanza: la struttura manca delle condizioni igienico sanitarie. Proprio quando alcuni gruppi di estrema destra stanno organizzando una manifestazione di protesta nei pressi del comune di Podenzano prevista per sabato pomeriggio. Forza Nuova, CasaPound Italia e Veneto Fronte SkinHead hanno annunciato per le 17 del 22 luglio un presidio contro il "business dell’immigrazione e le scritteriate politiche del governo che stanno riducendo il nostro Paese ad un campo di finti profughi da assistere".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Profughi ad Albone, il sindaco dispone lo sgombero della struttura

IlPiacenza è in caricamento