Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca Baia del Re / Strada Farnesiana

Sfrattati dagli alloggi comunali i profughi coinvolti nei disordini di via Taverna, uno denunciato

Nella mattinata del 10 giugno la municipale e la polizia hanno eseguito il provvedimento di sfratto esecutivo a carico di 8 ex profughi che il 27 marzo scorso si erano resi protagonisti dei tafferugli con le forze dell'ordine in via Taverna. Uno di loro è stato denunciato: non ha ottemperato al foglio di via da Piacenza

Nella mattinata del 10 giugno la municipale e la polizia hanno eseguito il provvedimento di sfratto a carico di 8 ex profughi che il 27 marzo scorso si erano resi protagonisti dei tafferugli con le forze dell'ordine in via Taverna, davanti agli uffici del Comune. In quel movimentato pomeriggio ne erano stati arrestati quattro per violenza e resistenza a pubblico ufficiale, altri 4 denunciati, mentre sei poliziotti erano rimasti feriti.

Processati per direttissima tre di loro avevano patteggiato un anno di reclusione, mentre il quarto aveva patteggiato un anno e sei mesi di reclusione. Per tutti è stata applicata la sospensione condizionale della pena e la remissione in libertà. Questi otto ex profughi alloggiavano con altri 20 compagni in quattro appartamenti messi a disposizione dall'Amministrazione Comunale dopo averli sgomberati dall'ex Circoscrizione Due e precedentemente dal Ferrhotel.  Si tratta di quattro abitazioni in zona Farnesiana, Ciano, viale Beverora, Giardini Margherita.

Dopo i disordini e i comportamenti scorretti adottati da queste otto persone secondo l'Amministrazione, nella mattinata di oggi gli ex profughi quindi sono stati invitati a lasciare gli alloggi  e a riconsegnare le chiavi di casa perché estromessi a tutti gli effetti dal progetto di accoglienza e integrazione del Comune. Il provvedimento era già stato notificato loro ad aprile, ma oggi lo sfratto è diventato esecutivo. Uno degli sfrattati, che già era stato arrestato a marzo, è stato denunciato dalla polizia municipale perché non ha ottemperato al foglio di via da Piacenza che era stato emesso nei suoi confronti dopo i disordini di via Taverna. Ora, senza un tetto, i ragazzi sono presi dallo sconforto: «Questa è un'ingiustizia, noi quel pomeriggio in via Taverna abbiamo manifestato per i nostri diritti. Ora vedremo cosa fare e come reagire a questa situazione».

IL SIT-IN DEI COMPAGNI ALLE NOVATE

LA GIORNATA DEL 28 MARZO: PROCESSO PER DIRETTISSIMA

L'ARRIVO DEGLI ARRESTATI IN TRIBUNALE: IL VIDEO

LA GIORNATA DEL 27 MARZO: LA PROTESTA

LA GIORNATA DEL 27 MARZO: LO SGOMBERO

TENSIONE IN VIA TAVERNA: IL VIDEO DELLO SGOMBERO

PROFUGHI: DAL FERRHOTEL ALLO SGOMBERO DELLA CIRCOSCRIZIONE DUE: TUTTA LA VICENDA

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sfrattati dagli alloggi comunali i profughi coinvolti nei disordini di via Taverna, uno denunciato

IlPiacenza è in caricamento