rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca Porta Galera / Via Giulio Alberoni

Profugo preso per la seconda volta mentre spaccia ai giardini Margherita

Spaccio, 27enne richiedente asilo arrestato per la seconda volta in quindici giorni dalle volanti della polizia: aveva quaranta dosi di marijuana

E’ stato preso per seconda volta in pochi giorni mentre spacciava. E, per la seconda volta di fila, è finito in manette grazie alla polizia. Il protagonista è sempre il nigeriano di 27 anni, che si trova a Piacenza con lo status di richiedente asilo politico, che nella tarda mattina di sabato 10 ottobre è stato arrestato per spaccio dal secondo turno volanti della questura di Piacenza. Gli agenti lo hanno sorpreso con la bellezza di 40 dosi di marijuana mentre era in attesa di venderle ai giardini Margherita. Lo scorso 30 settembre era già finito in manette per lo stesso motivo, ma dopo aver patteggiato una pena di 6 mesi davanti al giudice, era tornato libero.

L’intervento della volanti, stavolta, è avvenuto intorno a mezzogiorno del 15 ottobre, mentre stavano pattugliando la zona della stazione e in particolare i giardini Margherita proprio per debellare lo spaccio di sostanze stupefacenti in quella zona. Gli agenti, pattugliando a piedi i giardini, sono saliti sulla “montagnola”, uno dei punti famigerati come ritrovo di tossici e pusher. E’ qui che lo straniero, quando all’ultimo momento si è accorto della loro presenza, ha gettato via un sacchetto di plastica, ma i poliziotti se ne sono accorti e lo hanno bloccato. All’interno c’erano una quarantina di dosi di marijuana confezionate singolarmente, mentre addosso aveva del denaro guadagnato con l’attività di spaccio. Portato in questura, il pm di turno ha disposto la custodia in carcere in attesa della direttissima che si terrà probabilmente lunedì mattina in tribunale a Piacenza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Profugo preso per la seconda volta mentre spaccia ai giardini Margherita

IlPiacenza è in caricamento