rotate-mobile
Cronaca Centro Storico / Via Consiglio

«No ai fogli di via per gli operai Fedex-Tnt». Duecento SiCobas in protesta davanti al tribunale

Traffico bloccato tra via Giordano Bruno e via del Consiglio dalle 10 del 21 settembre per una manifestazione del sindacato autonomo Si Cobas che è stata organizzata davanti al tribunale

Traffico bloccato tra via Giordano Bruno e via del Consiglio dalle 10 del 21 settembre per una manifestazione del sindacato autonomo Si Cobas che è stata organizzata davanti al tribunale. La protesta, alla quale hanno preso parte circa 200 persone, è stata indetta dal sindacato contro il ricorso in corte di Cassazione che di recente la procura di Piacenza ha presentato in merito alla decisione della corte d’Appello di Bologna di rigettare la richiesta di 13 fogli di via per altrettanti operai Fedex-TNT di Piacenza in merito alle proteste avvenute lo scorso inverno. «Si tratta della coda velenosa dell’operazione-porcata con la quale in marzo furono tratti in arresto Arafat e Carlo e denunciati altri 27 operai del polo logistico “rei” di aver scioperato per difendere il loro posto di lavoro» dice il Si Cobas in una nota.

«L’operazione - spiegano i sindacalisti - si inseriva a sua volta in un quadro internazionale volto a favorire la chiusura dello stabilimento Fedex di Piacenza, che ha comportato la perdita del lavoro per 320 famiglie e incentivato lo scivolamento verso il “modello Amazon”: un futuro (o meglio un presente) in cui le multinazionali estere possono fare il bello e il cattivo tempo con i lavoratori italiani, spacciando una manciata di internalizzazioni come grande concessione mentre con l’altra mano lasciano in strada migliaia di operai con contratti migliorativi rispetto alle paghe da fame previste dal contratto nazionale».

«Gli operai Fedex - concludono - e con loro tutto il Si Cobas, continuano da mesi una gloriosa resistenza contro lo sfondamento di questo modello barbaro di mondo del lavoro. Non si fermeranno certo per dei provvedimenti repressivi. Ma è doveroso scendere comunque in piazza per denunciare ogni perverso tassello di una strategia che vorrebbe annichilire la dignità degli esseri umani e derubricare a questione di ordine pubblico una profondissima questione di ordine sociale per la città di Piacenza e per l’Italia tutta».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«No ai fogli di via per gli operai Fedex-Tnt». Duecento SiCobas in protesta davanti al tribunale

IlPiacenza è in caricamento