Inaugura piazzetta San Paolo, residenti inferociti: "No alla Ztl allargata"

Fischi e coloriti scontri verbali all'inaugurazione di Reggi della riqualificazione di via Scalabrini

ztl_1Dura contestazione nella mattinata di lunedì 13 dicembre per il sindaco Roberto Reggi e gli assessori al Commercio e ai Lavori pubblici Ignazio Brambati e Katia Tarasconi sulla chiusura dei lavori di rifacimento di via Scalabrini. Una ventina tra residenti e commercianti dell'arteria, infatti, hanno più volte interrotto il discorso del primo cittadino con suoni di fischietti lamentando il "dramma" dell'allargamento della Ztl e dei suoi effetti sul centro storico.

LA PROTESTA - Il gruppo di protestanti - tra cui il consigliere comunale Marco Tassi (Pdl) e il consigliere di Circoscrizione 1 Mauro Saccardi (Pdl) - ha espresso il disappunto per una chiusura al traffico che "porterà immensi danni all'economia dei piccoli negozi di via Scalabrini", non contribuendo "affatto" alla maggiore vivibilità della via e "facendo morire ancora di più il centro storico". Alcune signore avevano in mano grandi ritagli di giornale sugli effetti "nefasti" del provvedimento (nelle foto sotto).

REGGI: "CRITICHE CHE IN PARTE NON CAPISCO" - Il sindaco, bisogna dire, non è parso affatto spazientito. Anzi. Con calma ha cercato di parlare con tutti, spiegando le ragioni dell'intervento che ha portato il porfido in piazzetta San Paolo e che ha rimodellato tutta via Scalabrini, con la nuova Ztl: "E' vero - spiega Reggi -, ci sono alcune criticità che cercheremo di risolvere, anche con un faccia a faccia apertissimo con gli esercenti di via Scalabrini. Ma dobbiamo anche dire che è stata riqualificata una zona intera, messo il teleriscaldamento che porterà enormi benefici e vantaggi anche economici ai residenti, ampliato i marciapiedi anche per il passaggio di persone diversamente abili, valorizzata quella che era l'antica via Francigena". "La protesta la posso capire solo in parte - continua -: l'ampliamento della Ztl era uno dei punti fondanti del mio programma prima dell'elezione ed è stato mantenuto". 

I LAVORI - Riepilogando i lavori, l'importo è stato di circa 1 milione e 400mila euro. 550mila euro sono stati sborsati dall'amministrazione comunale mentre il resto è stato di competenza di Iren spa. Come detto, sono stati effettuati lavori nel sottosuolo - tubazioni e posa del teleriscaldamento (acqua calda che "irradia" di calore chi ne farà richiesta) - e sul suolo, con l'allargamento e il miglioramento dei marciapiedi e l'innesto dei cubetti di porfido.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

dsc_0069dsc_0057_1

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Sbanda con l'auto e si ribalta, è grave

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento