Nella ricostruzione del ponte sul Po siano coinvolte aziende locali

Per la ricostruzione della parte crollata del ponte sul Po Trespidi e Foroni chiedono un coinvolgimento del comparto produttivo delle due province almeno nella fornitura delle materie prime e dei semilavorati necessari. Un modo per compensare le due comunità dei disagi

Le aziende piacentine e lodigiane devono essere in qualche modo coinvolte nei lavori di realizzazione della parte crollata del ponte sul Po tra Piacenza e S. Rocco al Porto.

E' la sollecitazione congiunta che i Presidenti delle due Province, Massimo Trespidi (Piacenza) e Pietro Foroni, (Lodi) rivolgono ad ANAS. Sarebbe anche questo un modo, rilevano i due Amministratori per compensare le due comunità per i disagi, anche economici, sofferti a causa dell'interruzione dei collegamenti tra le due sponde lungo la via Emilia.

Poiché l'aggiudicazione dell'appalto integrato (progettazione esecutiva e lavori) è già avvenuta, e la scelta delle ditte subappaltatrici è, ovviamente, a discrezione dell'Associazione temporanea di imprese cui è stato affidato l'appalto, si impone, come misura compensativa, un coinvolgimento del comparto produttivo delle due province quantomeno nella fornitura delle materie prime e dei semilavorati necessari alla realizzazione dell'intervento. Oltre a rispondere ad una esigenza “perequativa”, tale coinvolgimento, sottolineano i due Presidenti, avrebbe una giustificazione economica oggettiva: consentirebbe infatti un risparmio considerevole, come è ovvio, nelle spese di trasporto ed offrirebbe alle ditte che svolgono i lavori l'opportunità di fruire di materiale di prim'ordine, visto che le due province (e Piacenza in particolare), possono vantare, nel comparto dell'edilizia e della produzione di tubature e raccorderia (ovvero dei materiali che serviranno per allestire la nuova struttura), aziende leader a livello mondiale. Se questa sarà la scelta, sarebbe altresì importante, tengono a dichiarare Massimo Trespidi e Pietro Foroni, che ANAS intervenisse presso le ditte appaltatrici e subappaltatrici per far sì che i pagamenti alle aziende che forniranno i materiali avvengano nei tempi concordati e come stabilito da eventuali contratti, senza ritardi di sorta.

“Riteniamo questa sollecitazione – dichiarano i due Presidenti –  necessaria e giustificata dal ruolo istituzionale che svolgiamo, e che ci impone di tutelare al meglio gli interessi delle nostre comunità. Riteniamo che ANAS comprenderà l'opportunità e la fondatezza delle nostre richieste e farà quanto è nelle sue possibilità per soddisfarle. Siamo fin d’ora disponibili a convocare, anche in tempi celerissimi, un tavolo di confronto con ANAS e con le associazioni di categoria dei due territori che potrebbe risultare utile per non lasciare i buoni intenti sulla carta ma per costruire un percorso concreto affinché essi si realizzino. Ovviamente, con tutte le garanzie di salvaguardia dei tempi e qualità a regola d’arte che le nostre imprese possono offrire”.


Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Ha una relazione con l'allieva, lei lo perseguita e lui la denuncia per stalking

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento