menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Provinciale di Prato Barbieri: verrà realizzata una strada provvisoria

La frana ha rallentato la sua azione sulla Provinciale 15 di Prato Barbieri: la Provincia penserà a realizzare una strada non asfaltata temporanea

Nella mattinata del 12 aprile a Bettola, sulla frana che ha interessato - a partire dalla vigilia di Pasqua - un tratto di oltre 500 metri della Strada provinciale 15 di Prato Barbieri, si è svolto un ulteriore sopralluogo alla presenza di tecnici della Regione e dell’Amministrazione Provinciale.

«Il fenomeno franoso – spiega il vicepresidente Patrizia Calza - pur non essendosi ancora arrestato, ha rallentato sensibilmente la sua azione. Nei giorni  scorsi il Servizio Tecnico di Bacino, a cui compete la stabilizzazione del versante, è stato autorizzato ad accedere al sito con mezzi propri al fine di svolgere sia opportuni interventi (quali necessarie canalizzazioni) sia monitoraggi di tipo topografico e geognostico. La Provincia , che è legittimata ad intervenire solo sulla viabilità provinciale ad essa assegnata, è in attesa di conoscere gli esiti delle indagini  al fine di adottare le determinazioni conseguenti.

L’intenzione è quella di ripristinare il prima possibile la transitabilità, realizzando una pista non bitumata, quando  l’evoluzione del fenomeno lo consentirà, così come si è fatto in altre occasioni simili quali la frana di Fravica nel 2009. Occorre chiarire, ai fini della sicurezza, quali limitazioni introdurre e come presidiare il percorso , in quanto lo spostamento sia pure lieve è comunque in corso, valutare lo stato delle case che insistono vicino al tracciato stradale  e recuperare le risorse necessarie non appena approvato il Bilancio preventivo. Al fine di accelerare i tempi  si sta valutando se intervenire con i caratteri della somma urgenza in attesa di conoscere la risposta, si auspica, di  accoglimento,alla richiesta di 70.000 euro in  pronto intervento (somma urgenza), indirizzata dall’Ente Provinciale all’Agenzia Regionale di Protezione Civile, già a far data dai primi giorni immediatamente successivi al verificarsi dell’evento». 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento