Martedì, 23 Luglio 2024
Cronaca Centro Storico / Via Giovanni Battista Scalabrini, 13

Quell’auto paralizzò via Scalabrini, assolto il ragazzo alla guida

Interruzione di pubblico servizio. Bus in colonna e traffico in tilt. Ma non c’era la prova che la vettura, di proprietà della madre, fosse stata messa lì dall’imputato

Quell’auto aveva bloccato via Scalabrini alle 7 del mattino, fermando diversi bus pieni di studenti per almeno 45 minuti. Il giovane che si era presentato per spostare la vettura era stato denunciato per interruzione di pubblico servizio, la Golf era stata rimossa e lui multato. Il ragazzo, però, è stato assolto - per non aver commesso il fatto - dal reato perché non c’era la prova che fosse stato lui a parcheggiarla lì. Si è concluso così il processo a carico di un romeno, all’epoca 24enne, difeso dall’avvocato Roberto Bernocchi, che alla fine di marzo del 2014 era stato denunciato dalla polizia locale. Il difensore, dopo l’udienza in cui erano stati ascoltati due agenti, aveva subito sostenuto che non era provato che fosse stato lui a bloccare la strada. L’auto, infatti, è di proprietà della madre e lui era solo andato a toglierla. Il pubblico ministero Antonio Rubino ha chiesto la condanna a 20 giorni, ma il giudice Sonia Caravelli ha accolto la richiesta di assoluzione della difesa. Quella mattina, in uno degli orari cruciali per la circolazione cittadini, quella Golf, parcheggiata in doppia fila, impediva il passaggio di diversi autobus, carichi soprattutto di studenti. Era stata chiamata la polizia locale e una pattuglia era intervenuta facendo rimuovere il mezzo e denunciando il giovane.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quell’auto paralizzò via Scalabrini, assolto il ragazzo alla guida
IlPiacenza è in caricamento