menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Marco Bricconi (sindaco di Cadeo) e Luigi Carini (volontario del coordinamento Protezione Civile di Piacenza)

Marco Bricconi (sindaco di Cadeo) e Luigi Carini (volontario del coordinamento Protezione Civile di Piacenza)

Ritrovata la ragazza scomparsa a Cadeo

È stata ritrovata domenica 7 giugno la trentenne di Saliceto che da ieri risultava scomparsa. Mentre volontari, vigili del fuoco e forze dell’ordine davano il via alle ricerche, la ragazza è stata rintracciata a Montale. Bricconi: «Ora rispetto per la famiglia»

È stata ritrovata poco dopo le 8 di domenica 7 giugno la trentenne di Saliceto di Cadeo che da ieri, sabato 6 giugno, risultava scomparsa. Mentre nella frazione di Cadeo volontari di protezione civile, vigili del fuoco e forze dell’ordine allestivano il campo base per poi dare il via alle ricerche, la ragazza è stata rintracciata, pare da una pattuglia della polizia Stradale, nei pressi di un cavalcavia sul retro del magazzino Ikea di Montale. Era in stato confusionale ed è stata portata in pronto soccorso per accertamenti.

Sabato la giovane era uscita di casa intorno alle 11 e avrebbe detto ai famigliari che sarebbe andata a fare una passeggiata. Quando però a casa hanno visto che non ritornava, i parenti hanno denunciato la scomparsa ai carabinieri della Stazione di Fiorenzuola. Questa mattina la Prefettura, dopo che neanche durante la notte della ragazza non erano più arrivati aggiornamenti, ha autorizzato il via delle ricerche che, fortunatamente, non sono dovute iniziare: al campo base è arrivata la buona notizia del ritrovamento e i volontari hanno potuto fare rientro nelle loro sedi. «Erano già pronte a scendere in campo una quarantina di persone tra protezione civile e vigili del fuoco tra squadre operative di ricerca, operatori di droni e di segreteria, unità cinofile» - spiega il volontario del coordinamento provinciale Luigi Carini. Del caso si è subito interessato anche il sindaco di Cadeo Marco Bricconi, dopo avere appreso dai social della scomparsa: «Mi sono messo in contatto con i volontari, la polizia, con il Questore Pietro Ostuni e la Digos che ringrazio, con i quali abbiamo cercato di recuperare più notizie possibili sulla persona per poi lanciare un appello sui nostri canali web del Comune, al quale hanno risposto tantissimi concittadini. È stata una bella prova della macchina di protezione civile e rincuora vedere il senso civico dei cittadini che volontariamente si sono resi disponibili a partecipare alle ricerche, aggregandosi alle squadre». Conclude Bricconi lanciando un ulteriore appello: «E’ una famiglia molto umile e con un forte rispetto verso gli altri. Ora manteniamo lo stesso rispetto, senza esprimere alcun giudizio, nei confronti dei parenti e soprattutto della ragazza: non lasciamola sola – ha detto ai suoi amici - ma stiamole vicino con la massima delicatezza possibile. Tutti possiamo avere momenti bui e di difficoltà».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Usb: «Non saremo con i Si Cobas davanti alla Cgil»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento