Rapina ai videopoker e poi inseguimento a 220 km all'ora

Dopo aver prelevato un macchinetta in un bar di Castelvetro i malviventi hanno tentato di forzare l'ingresso di un altro locale a San nicolò ma questa volta è scattato l'allarme ed è partito un inseguimento sul filo dei 220 all'ora

C'è mancato un soffio che venissero acciuffati dalle forze dell'ordine i ladri che ieri notte hanno colpito in due bar agli estremi della provincia: il Nabisco di San Nicolò e il bar Fantasy di San Giuliano a Castelvetro.

I malviventi sono infatti riusciti a seminare le potenti Alfa 159 della polizia e dei carabinieri, che erano già alle calcagna dei malviventi. Nel bottino sono quindi finiti i soldi dei videopoker che sono stati svuotati. Il primo colpo è stato portato a segno a Castelvetro, intorno alle 2.

I malviventi, che sono stati visti da alcuni testimoni arrivare a bordo di un'auto scura di grossa cilindrata, hanno rotto il vetro di una finestra laterale e, senza nemmeno entrare, hanno trascinato all'esterno la macchinetta scambiamonete.

All'interno del locale, infatti, i ladri sapevano che erano di guardia due pastori tedeschi, e si sono quindi ben guardati dall'introdursi. Una ventina di minuti dopo è scattato invece l'allarme Ivri collegato al bar Nabisco di via Alicata a San Nicolò, dall'altra parte della provincia. I ladri, dopo aver forzato la porta d'ingresso, erano riusciti già a svuotare le cassette di un paio di videogiochi, ma subito è arrivata una pattuglia dei metronotte. Gli sconosciuti sono quindi saliti al volo sulla loro avuto - un'Alfa 166 blu - e hanno iniziato a scappare lungo la via Emilia Pavese in direzione dell'imbocco dell'A21 a Sant'Antonio.

Uno dei ladri non ha però fatto in tempo a salire a bordo, ed è stato costretto a fuggire nei campi lì attorno, inseguito per un po' dagli agenti dell'Ivri, ma grazie al buio è riuscito a far perdere le sue tracce. Nel frattempo le volanti della questura e una gazzella del Radiomobile di Piacenza avevano intercettato la vettura dei fuggitvi mentre imboccava l'autostrada in direzione di Brescia.

E' a questo punto che è nato un inseguimento sul filo dei 220 all'ora fino a Cremona, ma la superiorità di cavalli del motore dei ladri gli ha permesso di seminare agevolmente le pattuglie.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore a 29 anni travolto da un furgone pirata

  • Un 28enne di Cadeo la vittima del tragico incidente a San Giorgio. E' caccia al furgone bianco

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento