Cronaca

Rapina ed estorsione, arrestato un latitante di 17 anni

Il giovane, tunisino, era già sfuggito alla cattura il mese scorso. Su di lui pendevano due misure cautelari che sono state eseguite il 22 settembre dai carabinieri del Nucleo investigativo di Piacenza

I carabinieri del Nucleo Investigativo di Piacenza nella serata di lunedì 22 settembre hanno rintracciato e sottoposto alla misura restrittiva cautelare dell’inserimento in comunità un diciassettenne tunisino residente in Piacenza, regolare sul territorio nazionale, trasferendolo alla Comunità Ministeriale di Bologna su ordine del Gip di quel Tribunale dei minori. Lo straniero era già sfuggito alla cattura il 14 agosto scorso, quando era stata emessa la prima di due misure cautelari che vedono il ragazzo protagonista di rapina pluriaggravata ed estorsione in concorso, per aver sottratto con violenza e minaccia un telefono cellulare ad un coetaneo, salvo proporgli la restituzione del maltolto dietro pagamento di un compenso.

La seconda misura cautelare emessa il 26 agosto 2014 riguarda, invece, due distinti episodi: nel primo il tunisino avrebbe rubato una borsetta con sessanta euro ed una fotocamera, mentre nel secondo avrebbe sottratto millecinquecento euro dalla cassa di una tabaccheria. Gli episodi sono avvenuti a Piacenza tra l’11 luglio ed il 5 agosto e l’intervento, nell’immediatezza, fu effettuato dagli agenti della questura di Piacenza. Nel corso del controllo di polizia il 17enne è stato anche trovato in possesso di circa venticinque grammi di hascisc, posti sotto sequestro, e denunciato al Tribunale dei minori di Bologna per possesso di sostanze stupefacenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina ed estorsione, arrestato un latitante di 17 anni

IlPiacenza è in caricamento