Cronaca Via Beverora

Aggressione al titolare della gastronomia per prendere 50 euro, arrestati due nomadi

Via Beverora, in manette per rapina un uomo e una donna sinti di Voghera: sono stati bloccati da un finanziere in borghese e da una pattuglia del Norm

E' stato grazie all'intervento di un finanziere in borghese, e di una pattuglia di carabinieri subito arrivata sul posto, che è stato possibile arrestare due rapinatori che avevano appena derubato un negoziante in centro. Il fatto è accaduto l'altro pomeriggio in un negozio di gastronomia di viale Beverora dove un nomade 30enne è entrato fingendosi cliente, riuscendo ad afferrare al volo 50 euro che un cliente aver messo sul bancone. Il titolare ha subito cercato di fermarlo, ma il nomade lo ha spinto via con violenza per fuggire. Le grida di aiuto del commerciante, che ha tentato di inseguire il ladro all'esterno, hanno attirato l'attenzione di un appuntato in borghese della Guardia di finanza che passava in quel momento, e che si è gettato addosso al rapinatore riuscendo dopo un corpo a corpo a bloccarlo a terra, nonostante i ripetuti tentativi del malvivente di divincolarsi. Nel frattempo è arrivata sul posto una pattuglia del Radiomobile che ha individuato fra le persone nel frattempo assembratesi, la complice del rapinatore, che stava fungendo da palo. Entrambi sono stati arrestati per rapina in concorso: sono due 30enni residenti a Voghera, di etnia sinti e con numerosi precedenti penali per vari reati.
«L'intervento - dicono finanza e carabinieri - testimonia per l’ennesima volta quanto sia stata tempestiva, coordinata e sinergica l’azione sul territorio piacentino delle forze di polizia, sempre pronte ad intervenire a tutela di tutti i cittadini in situazioni di pericolo».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione al titolare della gastronomia per prendere 50 euro, arrestati due nomadi

IlPiacenza è in caricamento