rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Sicurezza

Reati stabili ma i furti sono in crescita, il bilancio della Polizia

Tradizionale presentazione dei dati in questura

«Tutte le nostre attività sono il presupposto per raggiungere obiettivi sempre migliori per il bene della nostra collettività». Lo ha detto il questore Ivo Morelli nell'ambito della presentazione del bilancio 2023.

Spicca, tra gli altri dati (statico l'indicatore dei reati contro la persona), l’aumento dei reati contro il patrimonio, ossia furti e rapine specialmente quelle in casa: si passa da 234 nel 2022 a 298 nel 2023 con un +27% per quanto riguarda la città, in provincia invece si registra un +25,98 con 897 reati. In città i reati hanno registro un +1%, in provincia +0,69%: trend che dimostra una stabilità dell'andamento e di dati in linea con le statistiche nazionali.

CLICCA QUI PER SCARICARE TUTTI I DATI

«Arriviamo da anni in cui i reati come furti e rapine in abitazione, e quelli messi a segno anche in attività commerciali si erano notevolmente abbassati in quanto il periodo della pandemia aveva obbligato ad una drastica riduzione della mobilità e le persone erano maggiormente presenti nelle proprie abitazioni - esamina il questore -. Ovviamente con la fine della fase di contenimento e con la ripresa delle attività sono aumentati i furti messi a segno nelle proprietà private: ma questo è un dato che ci riporta ai valori pre Covid. Inoltre, dobbiamo considerare che stiamo vivendo un periodo in cui ci sono due guerre in atto, una forte inflazione e una contrazione economica.questo scenario porta inevitabilmente all’aumento di reati predatori». In calo i reati legati allo spaccio di sostanze stupefacenti: «Piacenza - ha detto - si conferma luogo dal consumo elevato e anche piazza di distribuzione ma non è di interesse per grandi organizzazioni». 

«Sulla violenza di genere abbiamo fatto tanto in quest'anno, la sensibilità dei cittadini è cambiata - ha detto Morelli -. Le richieste di ammonimento spesso funzionano e portano a un risultato positivo, ad un abbassamento dei rischi e abbattimento della vulnerabiltà della vittima per una sua maggiore sicurezza e anche gli autori rientrano nella correttezza». Nel 2023 sono passati da 9 a 16, infatti. Il trend dei Codici Rossi comunque sono aumentati. 

Circa i gruppi di ragazzi, spesso giovanissimi, che si trovano ad affrontarsi in alcune aree della città, la questura di Piacenza sta svolgendo attività nelle scuole per cercare di  responsabilizzare gli adolescenti sull’uso corretto dei social network e sul bullismo. «Dobbiamo assolutamente fare prevenzione in questo settore: meglio spiegare ai giovani e anche alle loro famiglie le conseguenze a cui si può andare incontro qualora si mettano in atto comportamenti che per legge sono dei reati e che possono sfociare in denunce penali» ha sottolineato il questore.

Sono stati controllati 11.396 veicoli e identificate 32.287 persone, emanati 55 fogli di via (40 nel 2022) e 25 Daspo (15 nel 2022); e ancora: sono passate da 3 a 6 le sorveglianze speciali chieste dall'autorità giudiziaria,  Infine sono 801 i richiedenti asilo gestiti contro i 535 nel 2022. Sono invece 823 le denunce e 137 gli arresti.

La questura di Piacenza inoltre con i suoi tre operatori e il dirigente hanno notevolmente incrementato il rilascio dei passaporti. «Riusciamo attualmente a rilasciare 80 passaporti al giorno, la modalità di prenotazione online permette al cittadino di inserire già diversi dati che vanno a velocizzare i tempi di rilascio, e l’arco temporale sul quale è possibile prenotarsi è di circa una sessantina di giorni, entro i successivi 14 viene rilasciato il passaporto. Abbiamo potenziato anche il rilascio per questioni urgenti, ovvero - spiega Morelli - quelle legate a motivi di salute o di lavoro, e possiamo con soddisfazione affermare che nessuno è rimasto impossibilitato a partire». «Addirittura - ha precisato - ci troviamo nella situazione di avere in giacenza oltre mille passaporti pronti e non ritirati» ha spiegato il questore. In tutto sono stati rilasciati 14.620 passaporti nel 2023 contro i 8208 nel 2022.

La questura di Piacenza ha inoltre svolto controlli, sia mirati sia a campione, insieme all’Ispettorato del lavoro, l’Azienda Usl, Vigili del Fuoco e la Polizia Locale, specialmente tra i mesi di marzo e giugno, che hanno permesso di portare alla luce lavoratori non in regola, vie di esodo non sgombre, sistemi antincendio non idonei, e violazioni delle norme igienico sanitarie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reati stabili ma i furti sono in crescita, il bilancio della Polizia

IlPiacenza è in caricamento