Reggi: «Sbloccati finanziamenti per l’edilizia scolastica anche nel Piacentino»

Il sottosegretario all’istruzione Roberto Reggi ha incontrato a Palazzo Mercanti i sindaci del territorio per illustrare il piano di finanziamenti del governo Renzi. Gioveranno del primo sblocco al patto di stabilità i comuni di Bettola, Carpaneto, Castelvetro, Rottofreno e Piacenza

il sottosegretario all'istruzione Roberto Reggi

Visita in città per il sottosegretario all’istruzione Roberto Reggi. L’ex primo cittadino ha voluto incontrare i sindaci del territorio per esporre alcune iniziative in atto del governo Renzi sul tema dell’edilizia scolastica, punto cardine dell’agenda del primo ministro.  «Proverò a darvi buone notizie – ha esordito Reggi – perché con oggi diamo risposta alle richieste inoltrate da voi sindaci. Abbiamo un patrimonio scolastico molto datato. Tra gli edifici ben 2/3 sono stati costruiti prima degli anni ’80 e 1/3 prima degli anni ’60, che è stato il periodo peggiore dal punto di vista edilizio del nostro Paese. Con oggi sblocchiamo diversi fondi del patto di stabilità per finanziare 1200 interventi sull’edilizia scolastica e opere di rimozione di amianto e barriere architettoniche. Avevamo interpellato gli oltre ottomila comuni italiani, che potevano in questi mesi avanzarci richieste. Su ottomila, 4400 sindaci ci hanno scritto chiedendo finanziamenti». Di questo importante sblocco fanno parte cinque comuni del piacentino: Bettola, Carpaneto, Castelvetro, Rottofreno e Piacenza che vedranno accolte in toto le proprie richieste. «Questo è il primo intervento concreto – spiega il sottosegretario – a cui ne seguirà a breve un altro. Oggi pomeriggio sono atteso al Cipe a Roma per sbloccare un’altra importante cifra: ulteriori 400 milioni saranno investiti per gli interventi che erano in graduatoria nel decreto del Fare del governo Letta». In questo secondo intervento – qualora i rispettivi sindaci portassero avanti le procedure entro il 31 ottobre - potranno vedere accolte le proprie richieste i comuni di Agazzano, Alseno, Carpaneto, Castellarquato, San Pietro in Cerro, Piacenza e Castelvetro». Reggi è stato accolto, oltre che dai sindaci dei comuni del piacentino, anche dal suo successore alla carica di primo cittadino Paolo Dosi. «In questo settore – ha dichiarato Dosi, che ha portato i suoi saluti ai neosindaci eletti nella tornata del 25 maggio - c’aspettiamo tanto da questo governo, abbiamo diverse aspettative».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento