"Aumento inceneritore solo per l'autosufficienza, non rifiuti esterni"

Il sindaco Reggi, presidente Autorità d'Ambito, interviene su Borgoforte: "L'aumento dei rifiuti sarà ponderato solo per arrivare alla massima autosufficienza. E' da escludere che importeremo rifiuti da Parma"

"L'obiettivo primario della nostra provincia in tema di smaltimento dei rifiuti per i prossimi mesi resta immutato: il pieno raggiungimento dell'autosufficienza, anche per quanto riguarda i rifiuti speciali assimilabili a quelli urbani". Lo afferma il sindaco di Piacenza, nonché presidente dell'Autorità d'Ambito Roberto Reggi, che interviene sulle prospettive di utilizzo dell'impianto di termovalorizzazione di Borgoforte.

NIENTE IMPORTAZIONE DI RIFIUTI - "Se l'autosufficienza - prosegue - è un traguardo ampiamente raggiunto per quanto riguarda i rifiuti solidi urbani, non è così per quanto riguarda quelli assimilabili, prodotti in particolare dalle aziende. Ed in relazione alle voci circolate sulla possibilità di importare rifiuti da territori limitrofi come Parma, voglio precisare come non sia da considerare l'ipotesi che all'impianto gestito da Tecnoborgo possano essere conferiti materiali di provenienza esterna alla nostra provincia".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

UNICO OBIETTIVO L'"AUTOSUFFICIENZA" - Il presidente dell'Ato precisa che "la recente richiesta avanzata da Tecnoborgo di incrementare la capacità di termovalorizzazione dell'impianto di Borgoforte - portandolo così a pieno regime - per la quale saranno compiute tutte le necessarie valutazioni di natura ambientale, va esclusivamente finalizzata all'obiettivo della piena autosufficienza, per ridurre sempre più la quota di rifiuti speciali assimilabili che talvolta affrontano viaggi lunghi ed antieconomici per raggiungere lo smaltimento". "Come sostenuto - conclude Reggi - nel corso dell'ultima assemblea dell'Autorità d'Ambito, che ha analizzato i dati aggiornati della raccolta dei rifiuti, Piacenza è in grado di proporre un vero e proprio modello, fondato su una raccolta differenziata che ha raggiunto livelli di eccellenza, e che intendiamo incrementare ulteriormente, un impianto di termovalorizzazione all'avanguardia e tariffe che nel corso degli anni si sono mantenute basse e tali vogliamo mantenere".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento