Cronaca Gazzola

Restano in carcere i due ladri albanesi finiti con l'auto in un lago a Gazzola

Il pm Antonio Rubino ha chiesto e ottenuto la custodia cautelare in carcere, ritenendo i due - Elton Kola e Altin Jovalin - pericolosi anche a causa della loro lunga serie di precedenti penali

Restano in carcere i due albanesi arrestati dai carabinieri, sabato sera a Gazzola, dopo essere usciti di strada, finendo con l'auto in un lago, per sfuggire ai militari che li inseguivano. I due, accusati di ricettazione sono stati portati davanti al giudice Maurizio Boselli. Il pm Antonio Rubino ha chiesto e ottenuto la custodia cautelare in carcere, ritenendo i due - Elton Kola e Altin Jovalin - pericolosi anche a causa della loro lunga serie di precedenti penali. I difensori, gli avvocati Alberto Bolelli e Stefano Sambugaro (quest'ultimo del Foro di Genova) hanno chiesto i termini per la difesa e con probabilità chiederanno un rito alternativo. A “sostenere” gli albanesi, un gruppo di connazionali arrivato da Genova.

La coppia era stata notata mentre tentava di entrare in un'abitazione a Canneto di Gazzola. Avvertiti i carabinieri, da Rivergaro alcune pattuglie al comando del maresciallo Roberto Guasco dirigevano subito sul posto insieme ai colleghi di Castelsangiovanni e Agazzano, intercettando i malviventi e inseguendoli. I due fuggitivi, incuranti dell'alt dei carabinieri, hanno però terminato la corsa in un bacino artificiale per la raccolta dell'acqua. Un tuffo fatto con un'auto risultata poi rubata in Lombardia.
Questo intervento dei militari ha avuto successo, ma si tratta di un evento raro. Purtroppo, la nostra provincia ormai è assalita da bande di razziatori - molto spesso stranieri - che non si fermano davanti a nulla e che depredano case e aziende, restando quasi sempre impuniti.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Restano in carcere i due ladri albanesi finiti con l'auto in un lago a Gazzola

IlPiacenza è in caricamento