menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(Immagine di repertorio)

(Immagine di repertorio)

Resti umani sepolti vicino a un casolare, si indaga sulla pista piacentina

Potrebbero appartenere a una donna di Piacenza, scomparsa nel nulla più di due anni fa, le ossa ritrovate nel terreno in una zona boschiva in provincia di Grosseto. Indagini in corso

Potrebbero essere di una donna di Piacenza scomparsa nel 2012 i resti ossei trovati nella tarda serata di giovedì 12 novembre nei pressi di una zona boschiva di un casolare in località Marsiliana di Massa Marittima, in provincia di Grosseto. Le ossa, emerse a seguito di alcune segnalazioni arrivate ai carabinieri qualche giorno fa, sono state scoperte sotto una fitta vegetazione, probabilmente riportate alla luce dal passaggio di qualche animale. Oltre ai resti sono stati repertati anche alcuni brandelli di capi di vestiario femminile scoperti nella fitta vegetazione. Tramontata l'ipotesi che potesse trattarsi di Francesca Benetti, la donna scomparsa il 4 novembre del 2012 da Villa Adua di Gavorrano, le indagini, coordinate dal pm Alessandro Leopizzi, si stanno orientando sulla possibilità che il corpo sia di una donna di Piacenza scomparsa da oltre due anni, che aveva anche vissuto nella zona nord della Maremma. Al momento, si apprende da fonti investigative, non ci sarebbero indagati o persone in stato di fermo.
(Fonte Ansa)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid-19: nel Piacentino altri 62 casi e otto decessi

  • Cultura

    Viaggio in anteprima nella sezione Archeologica restaurata del Farnese

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento