Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Ricatta ed estorce denaro a un sacerdote, condannato a 8 anni e 4 mesi

Il fatto era avvenuto in Valdarda anni fa. Il sacerdote si era costituito parte civile

Aveva estorto denaro a un sacerdote, minacciando di denunciarlo per violenza sessuale e furto. Gli è, però, andata male perché il prete lo aveva denunciato facendolo finire in Tribunale. Un marocchino di 45 anni è stato condannato il 18 dicembre a otto anni e 4 mesi di reclusione. La vicenda era emersa nel 2014 in una parrocchia della Valdarda, quando il sacerdote - da anni non più a Piacenza - aveva denunciato il tentativo di ricatto da parte di quell’uomo. Il marocchino, che risiede in provincia di Pavia e che ha numerosi precedenti penali tra cui una denuncia per un episodio analogo, all’epoca 39enne, sarebbe stato ospitato in parrocchia. Poi, avrebbe iniziato a minacciare il sacerdote, facendo anche riferimento a presunte avances sessuali, dicendo che gli aveva preso il passaporto e che lo avrebbe denunciato anche per avergli rubato il portafogli con tremila euro. Secondo il ricattatore, il prete avrebbe dovuto restituirgli i tremila euro. Il prete aveva, all’inizio ceduto al ricatto, consegnandogli in totale piccole somme per circa un migliaio di euro. Capendo che quell’uomo avrebbe continuato a chiedere soldi, lo aveva allora denunciato mettendo fine a quell’incubo. I carabinieri, coordinati dalla procura, avevano svolto le indagini che avevano portato al rinvio a giudizio. L’uomo, difeso dall’avvocato Pier Luigi Vittadini (Foro di Pavia) è stato condannato dal giudice Sonia Caravelli, su richiesta del pm Antonio Rubino. Il sacerdote si è costituito parte civile con l’avvocato Stefano Sarchi, chiedendo di essere risarcito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricatta ed estorce denaro a un sacerdote, condannato a 8 anni e 4 mesi

IlPiacenza è in caricamento