Cronaca

Ricercato per aver spacciato mezzo chilo di hascisc, arrestato un 31enne

In carcere un marocchino che da un mese era latitante: il suo nome era legato all'operazione antidroga dei carabinieri di Bobbio che ha sgominato un fitta rete di spaccio a Piacenza e provincia

Tra le varie accuse di cui deve rispondere c’è anche la compravendita di mezzo chilo di hascisc a Castelsangiovanni. Un episodio che risale all’ottobre del 2013, e per il quale era finito nel registro degli indagati per detenzione e spaccio di stupefacenti. Si tratta di un marocchino di 31 anni che è stato arrestato l’altro giorno a Bologna dai carabinieri del Nucleo operativo di Bobbio. Era uno dei latitanti dell’operazione antidroga “Tunus” che il mese scorso ha portato all’arresto di 16 persone, sgominando un fitto giro di spaccio in tutta la provincia di Piacenza. Al momento degli arresti però lo straniero era irreperibile. 

I carabinieri avevano scoperto che il 31enne si trovava in Marocco, ma sapevano anche che a breve sarebbe ritornato in Italia. E così è stato. Quando hanno saputo che il ricercato era appena sbarcato in Italia, lunedì scorso, lo hanno rintracciato nella capitale emiliana e gli hanno notificato il provvedimento cautelare che pendeva su di lui. Sono diversi gli episodi di spaccio di coca e hascisc di cui è accusato a Piacenza, il più grave dei qual è appunto quello avvenuto a Castelsangiovanni nell’ottobre del 2013.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricercato per aver spacciato mezzo chilo di hascisc, arrestato un 31enne

IlPiacenza è in caricamento