menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Circuito di Piacenza: il 9 e il 10 maggio torna in pista la Ferrari 125S

Al "Circuito di Piacenza" del 1947 si scrive una pagina importantissima della storia dell'automobile: guidata da Franco Cortese debutta la 125 S, prima vettura a marchio Ferrari

11 maggio 1947: al “Circuito di Piacenza” si scrive una pagina importantissima della storia dell’automobile: guidata da Franco Cortese debutta la 125 S, prima vettura a marchio Ferrari. Nella classe di minor cilindrata esordiscono, invece, Elio Zagato e Nuccio Bertone, carrozzieri estrosi e geniali, artefici di un’eccellenza che è caratteristica eloquente del Made in Italy.

9 e 10 maggio 2015: in occasione dell’inizio di Expo 2015, il Cpae (Club Piacentino Automotoveicoli d’Epoca) riporta in pista la Ferrari 125 e le vetture protagoniste della gara in una edizione speciale del Circuito di Piacenza, riservata ad una selezione di quaranta vetture sport costruite entro il 1959.

Così, solo per due giorni, la 125 lascerà il Museo Ferrari di Maranello per riannodare i fili della storia e tagliare quel traguardo che un banale guasto alla pompa di alimentazione le negò proprio mentre stava dimostrando grandi doti tecniche e velocistiche. Accanto a lei le più celebri Ferrari sport a motore anteriore, frutto maturo di un percorso tecnico e sportivo iniziato proprio a Piacenza. Scenderanno in pista la 166 barchetta Touring, modello che consacrò il primato del Cavallino sui lunghi rettilinei di Le Mans e, in versione chiusa, sulle polverose strade della Mille Miglia. Ed ancora la 225 berlinetta, la poderosa 340 MM, ideata per correre l’estenuante Carrera messicana, l’aerodinamica 250 Scaglietti. Ed altre se ne aggiungeranno in un elenco che si arricchisce di giorno in giorno di modelli rari ed esclusivi, provenienti dalle grandi collezioni di tutto il mondo.

Non mancheranno le rivali di un tempo, ad iniziare dalle Maserati e dalle gemelle Osca, le Porsche, le Lotus e le Healey Silverstone. Ed ancora animeranno la griglia di partenza le vetture di piccola cilindrata, creazioni del genio estroso di tanti piccoli artigiani che seppero trarre da semplici utilitarie vere auto da competizione. Stanguellini, Abarth, Siata, Giannini e molte altre marche testimoniano ancor oggi come la storia delle corse automobilistiche affondi le proprie radici nell’epopea delle leggendarie competizioni su strada, come il Circuito di Piacenza, che offrirono un severo banco di prova per il talento di tanti costruttori stimolandone la creatività e l’ambizione per più vasti traguardi.

Il tracciato sarà lo stesso di un tempo: 3,3 kilometri dal Facsal, il viale che orna la sommità delle mura antiche rivolte a sud, allo Stradone Farnese. Brevi allunghi e curve ampie per mettere alla prova piloti e motori. Per avere la possibilità di svolgere la rievocazione in maniera completa e sicura, il percorso verrà chiuso al traffico e preparato scenograficamente con l’istallazione di cartelloni pubblicitari d’epoca transenne lungo tutto il percorso e sarà installata sul Pubblico Passeggio, come nel 1947, una tribuna in grado di ospitare 200 persone.

Inoltre lungo il circuito verranno posizionate alcune gigantografie tratte dal bellissimo servizio fotografico realizzato l’11 maggio del '47 durante la gara.
Due le manches in programma alle 17 di sabato 9 maggio ed alle 11 di domenica. Nessuna classifica cronometrica, perché quella che stata la ribalta dei campioni è oggi un’avventura da vivere con modalità opposte: non più una gara frenetica ma un concorso dinamico, un evento fatto di suoni, colori, odori e rombi da assaporare, vivere e custodire come esperienza culturale e sensibile.

L'evento è promosso in collaborazione con Comune di Piacenza, Provincia di Piacenza, Camera di Commercio di Piacenza, Fondazione di Piacenza e Vigevano e Piacenza per Expo. Sostengono l’evento Cariparma Crédit Agricole, Fondazione Piacenza Vigevano, Tag Heuer, COYS Europe, Errea Sport Point, Motul. 

Il programma: 

Venerdì 8 maggio e sabato 9 maggio: esposizione vetture e conferenze sul Circuito di Piacenza nell’ambito di Cultura e Motori, presso la sede piacentina del Politecnico di Milano.

Sabato 9 maggio: rievocazione del Circuito di Piacenza

Con la partecipazione di 40 auto da competizione costruite dal 1947 alla fine degli anni ’50:

13:30-15:00 Arrivo dei partecipanti al Palazzetto dello Sport. Esposizione vetture sul Pubblico Passeggio
13:30 -15:15 Registrazione dei partecipanti
15:15 -15:25 Spostamento delle vetture dal Pubblico Passeggio a Piazza Cavalli

15:25 -17:00 Display delle vetture in Piazza Cavalli
17:05 -17:15 Trasferimento sulla linea di Partenza del Circuito di Piacenza (Pubblico Passeggio) 17:15 -17:30 Preparazione vetture per le 2 sfilate
17:30 -18:05 Manche classe “Vetture fino a 1100 cc”
18:15 -18:50 Manche Classe “Vetture oltre 1100 cc”
Tutte le vetture effettueranno 1 giro di preparazione, 6 giri di sfilata 1 giro di rallentamento
19:15 - Trasferimento delle vetture al parcheggio custodito di Palazzo Farnese.

Domenica 10 Maggio

9:15 - 9:30 Trasferimento delle vetture da Palazzo Farnese al Pubblico Passeggio 11:00 -11:30 Manche Classe “Vetture fino a 1100 cc”
11:40 -12:15 Manche Classe “Vetture oltre 1100 cc”
le vetture effettueranno 1 giro di preparazione, 6 giri di sfilata 1 giro di rallentamento

Le vetture rimarranno esposte al pubblico sul rettilineo di partenza fino alle ore 15:30

Per ulteriori informazioni contattare la segreteria del C.P.A.E. tel: 0523/248930; email: info@cpae.it; sito internet: www.cpae.it 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento