Mercoledì, 19 Maggio 2021
Cronaca

Rifornivano di droga le notti di Piacenza, 9 condanne

Pene dai 2 ai 4 anni per i pusher gambiani e piacentini arrestati dai carabinieri di Rivergaro lo scorso luglio. Uno solo ha patteggiato. Da Milano, un fiume di cocaina, eroina, hascisc e marijuana per la nostra provincia

I carabinieri di Rivergaro e il sostituto procuratore Emilio Pisante

Nove condanne con il rito abbreviato e un patteggiamento. E’ il risultato dell’udienza davanti al giudice per l’udienza preliminare, Fiammetta Modica, il 27 febbraio, nel processo che vedeva coinvolti alcuni dei 24 spacciatori arrestati nell’operazione “Giardini” messa a segno dai carabinieri di Rivergaro, guidati dal comandante Roberto Guasco, alla fine di luglio dello scorso anno. In quell’inchiesta, coordinata dal sostituto procuratore Emilio Pisante, i carabinieri arrestarono 24 persone, tra cui nove piacentini. Gli altri fermati sono tutti cittadini del Gambia e tra loro molti richiedenti asilo. I componenti della banda sono accusati - tutti in concorso fra loro - di detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio. Oltre a coloro che hanno scelto i riti alternativi, ci sono alcuni che sono già stati condannati e altri che hanno scelto il dibattimento. Alte le pene comminate dal giudice che vanno dai due ai 4 anni di reclusione, per i riti abbreviati, e due anni e 6 mesi per un italiano di origini marocchine, difeso dall’avvocato Mauro Pontini, che ha patteggiato. Folta la pattuglia di avvocati piacentini che hanno assistito gli arrestati (dei dieci processati, oltre la metà è in carcere e altri ai domiciliari): Alida Liardo, Paolo Lentini, Wally Salvagnini, Alessandro Zanella, Flavio Dalla Giovanna, Stefano Lavelli. Quella azzerata dai militari di Rivergaro era una vera gang che riforniva Piacenza di ogni tipo di droga: cocaina, eroina, hascisc e marijuana. Gli stupefacenti, secondo le indagini, sarebbe serviti per alimentare lo “sballo” della movida. Il rifornimento - poi stroncato dai carabinieri - avveniva a Milano. La droga veniva portata a Piacenza in treno o in auto in quantità di 50 o 100 grammi alla volta. Il sodalizio afro-piacentino aveva creato un fruttuoso e vasto giro di spaccio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifornivano di droga le notti di Piacenza, 9 condanne

IlPiacenza è in caricamento