menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(Repertorio)

(Repertorio)

Rimesso in libertà il moldavo dalla doppia identità e i documenti falsi

Era stato arrestato dalla polizia in via Santa Franca. Il processo è stato rinviato perché l’avvocato difensore del moldavo, Elena Concarotti, ha chiesto il rito abbreviato, oltre che la remissione in libertà del suo assistito

E’ tornato in libertà il giovane moldavo di 25 anni che girava indisturbato per la città con una carta d’identità falsa. Il giovane, che era stato arrestato, è stato giudicato per direttissima davanti al giudice Italo Ghitti, pm Antonio Rubino. Lo straniero era risultato clandestino e fermato in base alla legge antiterrorismo dello scorso aprile che prevede l’arresto per chi è in possesso di documenti falsi.

Il processo è stato rinviato perché l’avvocato difensore del moldavo, Elena Concarotti, ha chiesto il rito abbreviato, oltre che la remissione in libertà del suo assistito. Il ragazzo era stato fermato da una volante della polizia in via Santa Franca per un normale controllo.

Gli agenti, controllando la sua carta di identità rilasciata dalla Romania, hanno notato subito che vi erano indicate due date di nascita differenti con le cifre invertite. Insospettiti, gli agenti hanno utilizzato anche una lampada a raggi Uv, scoprendo che la carta con cui era stato realizzato il documento era falsa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento