Rinnovo pass Ztl, la risposta dell'ufficio: «C’è sempre chi pensa di essere al di sopra delle regole»

Il responsabile del servizio che si occupa del rilascio dei permessi Ztl, Valerio Baldoni, risponde alla lettera di un cittadino che qualche giorno fa aveva scritto alla nostra redazione per denunciare un disservizio

Il responsabile del servizio che si occupa del rilascio dei permessi Ztl, Valerio Baldoni, risponde alla lettera di un utente - il signor Carlo Cerretti - che qualche giorno fa aveva scritto alla nostra redazione per denunciare un disservizio. 

Sabato 18 febbraio Carlo Cerretti residente a Piacenza in zona con accesso limitato si è presentato nei nostri uffici per rinnovare i permessi che erano in scadenza lo stesso giorno. Come regola adottata da questo ufficio, proprio per evitare contenziosi e malintesi, 30 giorni prima della scadenza gli era stato inviato un sms che lo avvertiva di recarsi "entro la data di scadenza" presso gli sportelli ZTL per il rinnovo. Il messaggio è stato regolarmente ricevuto. Da sempre, comunque da prima che avesse inizio la nostra gestione, il rinnovo dei permessi permanenti viene regolarmente effettuato dal lunedì al venerdì. Gli orari di apertura sono in ogni caso riportati sul sito del Comune, esposti all’esterno dei locali in piazza Cittadella e il nostro centralino è a disposizione per ogni informazione con orario continuato 07.30-19 dal lunedì al sabato.

Nella giornata di lunedì 20 febbraio Carlo Cerretti si è presentato con i permessi evidentemente scaduti e quindi gli è stato richiesto di presentare i documenti necessari per la nuova emissione dei permessi: fotocopia della carta di identità e dei libretti dei veicoli da inserire. Il totale degli automezzi da inserire era pari a otto. Affinché tutti siano inseriti è necessario emettere due pass, ognuno, infatti, può contenere al massimo sei targhe, inoltre uno dei due permessi era stato rilasciato da Seta.  Quando si presenta un utente in possesso di un permesso rilasciato da Seta richiediamo tutta la documentazione, in quanto l’archivio Seta è ancora sotto sequestro. Cerretti è anche titolare di un altro permesso di accesso in un'altra zona su tale permesso sono inserite 4 targhe.

Come azienda di servizi, con esperienza decennale nella gestione dei rapporti con gli utenti,  siamo sempre molto attenti e sensibili alle critiche costruttive  che ci vengono rivolte e ne facciamo tesoro per migliorare il servizio, ma i suoi rilievi sono irricevibili.  Il rispetto delle regole non è oggetto di mediazione o di ottusa burocrazia, qualche volta creano lungaggini ma servono a garantire i diritti di accesso ai servizi ai cittadini ed evitare abusi o risolvere casi particolari. Settimanalmente accedono al nostro ufficio centinaia di utenti e tra questi, (una piccolissima percentuale) c’è sempre chi pensa di essere al di sopra delle regole o avere in tasca la soluzione tecnologica miracolosa. Ne prendiamo atto e continuiamo a lavorare per rendere il servizio sempre all’altezza delle aspettative dell’utenza. Rimango come sempre a disposizione per eventuali ulteriori chiarimenti si rendessero necessari.

Valerio Baldoni

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento