menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto pagina Facebook del sindaco di Rottofreno, Raffaele Veneziani

Foto pagina Facebook del sindaco di Rottofreno, Raffaele Veneziani

«Rispetto per i baristi che resistono senza ricorrere a mezzucci o a sotterfugi»

Chiuso per cinque giorni un bar a San Nicolò in via Martiri delle Fosse Ardeatine. Il sindaco di Rottofreno: «Non provo alcun senso di gioia nel comunicare l'esito di controlli autoritativi, ma considero ogni violazione riscontrata, specie se plateale, come un fallimento della comunità»

Altro bar chiuso per 5 giorni per la violazione delle norme Covid. Questa è toccato ad un locale di San Nicoò in via Martiri delle Fosse Ardeatine dove i carabinieri hanno trovato quattro clienti all'interno mentre consumavano nella mattina del 5 marzo seduti ad un tavolo. Anche il sindaco di Rottofreno, Raffaele Veneziani, ne ha parlato sulla propria pagina Facebook: «I carabinieri della Stazione di San Nicolò hanno sanzionato un bar per il mancato rispetto delle normative anti Covid e, in accordo con il Comune, ne hanno disposto la sospensione temporanea dell'attività». 

«Parliamoci chiaro: a nessuno piace dover disporre la chiusura di un'attività dietro il cui bancone spesso sta non solo un barista ma una o più famiglie, e questo ancor più in un periodo di grandi difficoltà come quello che in tanti, soprattutto nella categoria dei pubblici esercizi, stanno vivendo. Le regole, per odiose che siano, vanno rispettate. Va anche rispettato il sacrificio di decine, centinaia, migliaia di colleghi che invece resistono dietro i loro banconi con dignità e forza, senza ricorrere a mezzucci o a sotterfugi.
Soprattutto, va rispettata la salute degli avventori (anche quando siano loro stessi a non curarsene apparentemente) e, con essi, dell'intera comunità».

«E' una questione di rispetto. Delle regole, certo, ma anche degli altri, a cominciare - dice - dagli avventori che oggi popolavano questo bar, consumavano liberamente a suo interno, e che saranno sanzionati a loro volta, uno ad uno. Diciamo che avranno fatto una colazione particolarmente costosa. Non provo alcun senso di gioia nel comunicare l'esito di controlli autoritativi, ma considero ogni violazione riscontrata, specie se plateale, come un fallimento della comunità che ogni giorno mi onoro di rappresentare, un fallimento da cui dobbiamo imparare per ripartire e rimediare. A ciascuno il suo posto nella stiva, perché quando le acque si fanno agitate serve remare nella stessa direzione».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Addio a don Giancarlo Conte, fondatore di San Giuseppe operaio

Attualità

"Paga per sbloccare il pacco": attenzione alla nuova truffa via sms

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento