Rissa al matrimonio, chieste sei condanne

Un 34enne era stato picchiato perché trovato vicino a una disabile semisvestita (venne poi condannato per violenza sessuale). I difensori: vanno assolti. Chiesto il risarcimento

Condanne da 3 mesi a sei mesi e 20 giorni. Sono le richieste del pm Monica Bubba al processo del 21 maggio, che vede coinvolte sei persone, accusate di lesioni nei confronti di un 34enne, che sarebbe stato picchiato durante una festa di matrimonio, nel settembre del 2014, vicino a Pontenure. Gli aggressori lo avrebbero picchiato perché lui era stato trovato seminudo, e alterato dall’alcol, con i pantaloni calati, vicino a una disabile di 41 anni (l’uomo fu condannato a un anno e due mesi per violenza sessuale nel febbraio di quest’anno ed è in attesa dell’appello). Il giudice Gianandrea Bussi ha rinviato le repliche degli avvocati e del pm, e la sentenza, in luglio. Tutti i difensori degli imputati hanno chiesto l’assoluzione. La parte civile, con l’avvocato Graziella Mingardi, ha chiesto anche un risarcimento di decine di migliaia di euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Al fisco 5mila euro e lavoratori in nero ma in casa un tesoro da mezzo milione: ristoratori indagati

  • Piacenza e l'Emilia-Romagna in zona arancione: quello che c'è da sapere

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Irenfutura, 13 posizione aperte in Emilia per lavorare con Iren

Torna su
IlPiacenza è in caricamento