Rissa all'alba davanti al bar Splendido: ecuadoriano colpito alla gola da una bottigliata

Un gruppo di giovani ecuadoriani, per motivi ancora al vaglio dei carabinieri del Radiomobile, ma pare ci sia di mezzo una ragazza, si è affrontato verso le 5.30 con calci e pugni nel dehors del locale. Un 28enne è stato portato in ospedale

I carabinieri vicino al Bar Splendido

Rissa all'alba del 18 giugno davanti al bar Splendido in piazzale Marconi. Un gruppo di giovani ecuadoriani, per motivi ancora al vaglio dei carabinieri, ma pare ci sia di mezzo una ragazza, si è affrontato verso le 5.30 con calci e pugni nel dehors del locale che stava chiudendo e dove tutti avevano passato la nottata a bere. Al culmine di una lite i giovani sono arrivati alle mani fino a quando uno di questi, un 28enne, è stato raggiunto al collo da un coccio di bottiglia rotta che gli ha provocato un profondo taglio alla gola. Immediata la chiamata al 118 che ha inviato l'automedica e un'ambulanza. I sanitari, dopo le prime cure, hanno trasportato lo straniero in pronto soccorso: ne avrà per 10 giorni ma non è in pericolo di vita.  La dinamica dei fatti è ancora confusa e al vaglio dei carabinieri del Radiomobile che acquisiranno i filmati delle telecamere di sorveglianza per ricostruire quanto accaduto ed accertare le responsabilità dei ragazzi. Sul posto anche una volante della polizia, alcune pattuglie di Metronotte Piacenza e le guardie del centro commerciale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce di strada e si ribalta in un campo, muore a 32 anni

  • Ruba scarpe da 40 euro ma nella mascherina ne ha più di 6mila: nomade denunciata

  • Nina Zilli porta Guido Meda in giro per la Valtrebbia

  • Cavo nel bosco ad altezza gola, ciclista piacentino salvo per miracolo

  • Diventano parenti al matrimonio e poi si picchiano al bar: due feriti e una denuncia

  • «Ho ucciso Leonardo, ma l’ho fatto per difendermi. Chiedo scusa alla famiglia»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento